Copy
Quante conversazioni abbiamo fatto insieme...
4 settembre 2022
Ciao <<Nome*>>,

sono contento di riprendere questa nostra piccola abitudine domenicale, dopo la pausa estiva.

Come sai, queste ultime settimane sono state particolarmente tristi per me, dopo la scomparsa di Piero. Certo, era qualcosa che prima o poi sarebbe accaduto, ma speravo davvero potesse succedere molto più in là.

Nel cercare consolazione, mi sono rimesso ad ascoltare le nostre conversazioni (spesso le registravo, con il suo permesso) e a rileggere gli appunti che prendevo durante le nostre telefonate (anche questa era un'abitudine che lo divertiva molto, soprattutto per la velocità con cui scrivevo mentre lui parlava, sentiva ticchettare i tasti e rideva: "Ma sei un fenomeno!" diceva. "Non ho mai visto nessuno scrivere così in fretta. Ti credo che pubblichi così tanti libri!").

Tra le tante cose, ho riletto la trascrizione della lunghissima chiacchierata che abbiamo fatto il giorno in cui è mancato Randi, il 20 ottobre del 2020. E lì ho trovato un po' di sollievo.

Ero tristissimo, e anche lui naturalmente era dispiaciuto, ma la cosa incredibile (e, ti assicuro, tutt'altro che irrispettosa) è che di lì a poco ci siamo messi a ridere ricordando le tante imprese e le trovate straordinarie di Randi.

Ci siamo raccontati a vicenda diversi episodi da cui emergeva la sua genialità, il suo spirito indomito, il coraggio, ma anche la generosità, la bontà d'animo, il senso dell'umorismo...

"Di sicuro non si è arricchito" ha osservato Piero. "Sono altre le professioni con cui si fanno i soldi, ma poche quelle che ti arricchiscono così tanto dentro, come riusciva a fare lui sia per sé che per gli altri. E questo mi fa venire in mente una storiella che mi aveva raccontato Amaldi..."

Gli chiedo di raccontarmela. "Avvocato", dice un tale. "Ma è vero che lei chiede 5.000 euro per tre domande?" "Sì". "Non le sembra un po' caro?" "Effettivamente... Le resta una domanda".

Alla fine, dopo un'ora al telefono, Piero mi dice: "È stato bello parlare di Randi ridendo. Lui, in fondo, ha avuto una vita piena, si è divertito, ha vissuto per 92 anni... Sai, mi è capitato spesso di andare ai funerali di amici ed erano sempre occasioni in cui si rideva dall'inizio alla fine. Io raccontavo degli aneddoti e nel ricordo erano persone vive, che amavano scherzare, ridere... Perché dovremmo metterci in lutto e piangere? È meglio celebrarli per come erano e per quello che ci hanno lasciato".

E rileggere queste parole, che mi riportavano alla mente quella conversazione, mi ha in effetti fatto sorridere e mi ha fatto ricordare tutte le cose belle che Piero è stato per tante persone e anche per me.

Lo ricorderò dunque con il sorriso, come avrebbe voluto lui. E soprattutto continuerò a portare avanti, con ancora più decisione, la battaglia per la razionalità e per il pensiero critico che lui ha iniziato nel nostro Paese.

Lo devo a lui. Lo devo a Randi. Ma lo devo anche a tutti noi. 

E ora diamo il via a questo Avviso!
DIARIO DI BORDO

La foto di oggi...

 
Piero Angela e Massimo Polidoro
È una foto che risale al 2008, a un Convegno del CICAP che si tenne a Padova. Era ancora un'epoca in cui organizzavamo convegni, a cui partecipavano due o al massimo trecento persone, il CICAP Fest con le decine di migliaia era ancora lontano. Ma erano occasioni che, comunque, raccoglievano molta attenzione dai giornali e dalle TV e, dunque, ci offrivano l'occasione di farci conoscere un po' di più dal pubblico (il web e i social erano ancora infanti). Un passo alla volta di strada ne abbiamo fatta tanta, ma il viaggio è ancora lungo e Piero continuerà a rappresentare un punto di riferimento imprescindibile per tutti noi.
ARRIVI E PARTENZE 
 
Quest'estate, è stato particolarmente emozionante rivedere le puntate preparate insieme a Piero per Superquark: ha voluto registrarle tutte, fino all'ultima, riservando ogni volta uno spazio alle nostre conversazioni sulla "Psicologia delle bufale", un momento che riteneva molto importante, ma con il quale spesso si riusciva anche a sorridere. Se le hai perse, le puoi rivedere tutte qui

Sul mio canale YouTube, intanto, ho continuato senza interruzioni, ogni venerdì, a pubblicare i nuovi episodi di Uno studio in nero. Puoi rivedere la serie completa dedicata alla vita e alla tragica morte di Pier Paolo Pasolini partendo da qui: GUARDA
  • Il Mostro di Roma. È il nuovo caso di cui ci stiamo occupando ora: uno spaventoso serial killer di bambine colpisce a Roma negli anni '20 del secolo scorso, proprio mentre il fascismo sta prendendo il potere. Puoi rivedere i primi due episodi qui: GUARDA
E poi, per DOMANDASI, ho risposto a queste nuove domande:  Infine, su Instagram, ho iniziato una nuova rubrica (#viteniamodocchio), dove osserviamo con particolare attenzione le affermazioni scientifiche (e soprattutto quelle pseudoscientifiche) fatte dalle liste candidate alle elezioni politiche del 25 settembre. Se ne trovi di interessanti, segnalamele...

A proposito, "Uno studio in nero" continuerà fino alla fine di settembre, poi ripartirà "Strane Storie". Prima di allora continuerà anche "Domandasi" e il 7 settembre alle 21.00 faremo una LIVE, dove racconterò anche un nuovo progetto a cui ho pensato: non mancare!
 
TERRA IN VISTA

Quest'estate mi sono segnato tantissime cose da condividere, ma inizierei con queste:
  1. L'ultimo (?) saluto a Piero Angela. Nonostante Piero scherzasse spesso sul fatto che presto se ne sarebbe andato, forse per prepararci, non si può mai essere davvero pronti quando poi queste cose accadono per davvero. E così mi sono molto emozionato nel portargli il mio ultimo saluto, a Roma, e poi ascoltando le bellissime parole che suo figlio Alberto ha scelto per salutarlo. A mente relativamente più fredda, l'ho ricordato con un articolo su Oggi e poi con una riflessione più ampia per Focus. In tanti mi hanno chiesto anche un video, ma non ci sono riuscito, e solo ora ne preparerò uno che condividerò sul mio canale la prossima settimana. Anche se, lo sai, Piero, così come Randi, resterà con me ogni giorno, le loro voci e i loro ricordi mi accompagneranno sempre, in ogni momento, e dunque quasi ogni cosa che farò non potrà che essere un modo per ricordarne le tante, preziose lezioni. Per questo, non potrà mai esserci un "ultimo" saluto. 
  2. Mettere in guardia dagli inganni funziona. Un ottimo studio di John Roozenbeck e colleghi (tra i quali l'amico Stephan Lewandowsky) ha cercato di capire fino a che punto funziona la tecnica del pre-bunking, in cui si anticipano al pubblico le tecniche con cui i "bufalari" potrebbero cercare di prenderci per il naso (ne avevo scritto ne Il mondo sottosopra... non mi dirai che non l'hai ancora letto, vero?). Ebbene, i risultati dello studio, pubblicato da Science Advances, sembrano molto promettenti... LEGGI 
  3. Te lo ripeto ancora una volta... A volte si pensa che ripetere più volte gli stessi concetti o le stesse idee possa rischiare di essere noioso o controproducente. Ma, ancora una volta, nuove ricerche ci mostrano che è meglio esagerare e rischiare di sembrare ridondanti anziché rischiare di apparire poco chiari e disinteressati. Ne scrive Adam Grant qui: LEGGI
  4. Oziare senza sensi di colpa? È vero, come dice Oscar Wilde, che non fare nulla è lavoro terribilmente duro, ma riuscire a riposarsi dovrebbe essere in cima alla lista delle cose da fare. "Lo dici tu che non ti sei mai fermato tutta l'estate?" potresti subito ribattere, ma ti rispondo che, in realtà, ho potuto condividere tanti contenuti senza interruzione perché li avevo preparati per tempo: anch'io ho staccato in agosto e mi sono impegnato per ricaricare le pile... Leggi questo interessante articolo di Arthur C. Brooks, uscito in origine su The Atlantic e tradotto da Internazionale: LEGGI
  5. Evviva: una "nuova" uscita dei Beatles in arrivo! Scusa, ma non ce l'ho fatta a non metterci dentro anche loro in questa mail di ripartenza. Credo non ti sia sfuggita, a questo punto, la mia grande passione per i Fab Four, giusto? Bene, negli ultimi anni, noi grandi fan siamo stati coccolati con l'uscita di quattro straordinari cofanetti, ricchi di meraviglie relative ai loro ultimi dischi (Sgt. Pepper's, The Beatles (White Album), Abbey Road e Let it be-Get Back). Tutti speravamo che il progetto non finisse qui e, infatti, pare sia stato confermato (il condizionale è d'obbligo, perché l'annuncio ufficiale non c'è ancora) che il prossimo box set sarà quello di Revolver, il disco uscito prima di Sgt. Pepper's. Chissà, forse ora andremo a ritroso fino al primo, Please Please me. Io ci metterei la firma... LEGGI
ECHI DALL'ISOLA

Tra i nuovi contenuti che ho pubblicato sulla mia Isola del mistero, la mia pagina Patreon, puoi trovare: Se anche tu apprezzi il mio lavoro, se pensi che sia importante diffondere una mentalità critica e scientifica e vuoi darmi una mano per continuare a realizzare (gratuitamente per tutti) i miei video, le mie serie, gli incontri con le scuole, il podcast e tanto altro, puoi sbarcare sull'Isola del mistero e avere così accesso a tanti contenuti esclusivi. 
 
Grazie per avermi letto e, se è la prima volta che arrivi qui, ti do anche il mio benvenuto! Prima della pausa estiva, avevo condiviso 10 letture che mi sembrano particolarmente utili e stimolanti: le puoi recuperare qui.

Ti segnalo anche che si ripartire subito con gli incontri dal vivo, le presentazioni e le conferenze! Qui sotto trovi il calendario di settembre (Mantova, Milano, Pordenone, Vicenza, Treviso, Carpi, Vienna...): se sei in zona, passa a salutarmi!


Ti auguro di passare una buona domenica e, mi raccomando, non mancare alla LIVE di mercoledì 7 settembre, alle 21.00.

Si riparte!
msm

P.S. Mentre scrivo ascolto "Running up That Hill" della sempre grande Kate Bush. 

UN LIBRO? GRAZIE, VOLENTIERI!

Se vuoi darmi una mano a realizzare i miei progetti di divulgazione potresti... regalarmi un libro: sono per me il "carburante" fondamentale per scatenare idee e progetti! E ti ringrazio in anticipo.
 

I prossimi incontri:
 


8-10 settembre - VIENNA: intervengo allo European Skeptics Congress.

11 settembre, 10.30 - MANTOVA: Al Festivaletteratura con Guido Sgardoli presentiamo il nostro primo libro insieme: I delitti di Whitechapel. (Ahimé, qui i posti sono esauriti, ma magari ci vediamo in giro)

11 settembre, 18.00 - MILANO: Sarò al Tempo delle donne, alla Triennale di Milano (l'incontro sarà trasmesso anche in streaming).

11 settembre - PORDENONE: A Pordenonelegge con Guido e con l'amico Andrea Maggi per presentare I delitti di Whitechapel (Prenotatevi).

11 settembre - ALTAVILLA VICENTINA (VI): (luogo e orario in definizione).

22 settembre - ODERZO (TV): Presentazione con Guido de I delitti di Whitechapel (orario e location da definire).

23 settembre - CARPI: Una serata speciale in mia compagnia a Carpinscenza: ci divertiremo, non mancate!


 

I prossimi appuntamenti online:


 

STRANE STORIE La nuova stagione ripartirà a ottobre.

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE La terza stagione tornerà nel corso dell'inverno.

IL CASO KENNEDY Il settimo episodio è in lavorazione.

UNO STUDIO IN NERO La serie sui fatti criminali è ora online ogni venerdì alle 13.30, fino alla fine di settembre.


ARCHIVIO

Puoi accedere agli arretrati dell'Avviso ai Naviganti da questo link.


Se questa mail ti è stata inoltrata da qualcuno e vuoi iscriverti per ricevere anche tu l'Avviso ai Naviganti, clicca qui.

Share Share
Tweet Tweet
Forward Forward
Share Share


Copyright © 2022 Massimo Polidoro Studio, Tutti i diritti riservati.

home  |  corsi  |  patreon  |  libri  |  youtube  |  podcast  |  contattami  |  tipeee


Email Marketing Powered by Mailchimp