Copy
Ricorda che spesso le apparenze ingannano...
18 settembre 2022
Ciao <<Nome*>>,

ti propongo una piccola sfida (che a tua volta potrai proporre a chi vuoi). Osserva questa sequenza di numeri:
 

2 – 4 – 6

 
Ora, prova a indovinare qual è la regola “misteriosa” che lega questi tre numeri e prova a immaginare una sequenza di numeri diversi che potrebbe seguire la stessa regola.

Magari potresti pensare a qualcosa di questo tipo:
 

8 – 10 – 12

 
e la tua ipotesi sarebbe giusta. Sì, anche questi tre numeri seguono la regola. Potresti allora provare a testare la tua idea immaginando un’ulteriore sequenza, e forse ti verrebbe in mente qualcosa di questo tipo:
 

20 – 22 – 24

 
Ancora una volta la tua idea sarebbe corretta. Quindi, a questo punto, potresti pensare di avere capito quale, secondo te, è la “regola misteriosa” che unisce tutti questi numeri, vale a dire: «numeri pari che crescono di due in due». Giusto? No, è sbagliato.

Ecco infatti un’altra sequenza di numeri che rispetta la “regola misteriosa”:

7 – 25 – 71


Oppure, eccone un'altra che rispetta la regola:

 
53 – 121 – 2850
 

Com'è possibile? Semplice, la “regola misteriosa” è questa: «qualunque numero in ordine crescente».

Una regola cioè molto più ampia rispetto a quella più precisa che tendiamo a immaginare. Per scoprirlo, però, si sarebbe dovuta immaginare una sequenza di numeri capace di smentire la nostra ipotesi.

Se cioè ipotizziamo che la regola sia «numeri pari che crescono di due in due» per capire se è plausibile dovremo proporre sequenze di numeri che non rispettano questa ipotesi, che cercano cioè di smentirla: 1 – 3 – 5, per esempio, o 2 – 8 – 21.

Se ci viene detto che queste sequenze non rispettano la regola, si potrebbe rafforzare la nostra convinzione, ma se per caso ci venisse risposto che anche queste sequenze rispettano “la regola”, allora avremo raggiunto almeno una certezza: la nostra ipotesi è sbagliata.

È stato lo psicologo inglese Peter Cathcart Wason a proporre, negli anni ’60 del secolo scorso, il test che hai appena letto a gruppi di studenti. Il risultato è stato che solo una persona su cinque indovinava la regola corretta.

Una regola che è possibile scoprire solo cercando di falsificare ciò che si pensa essere vero. Un modo di ragionare, però, che non ci viene per nulla naturale, motivo per cui siamo tutti, potenzialmente, vittime del pregiudizio di conferma


Ho voluto proporti questo piccolo test, che forse già conoscevi e che trovi anche nel mio libro Pensa come un* scienziat*, perché credo sia importante ricordarci che tutti noi siamo più propensi a cercare conferme per qualcosa in cui crediamo, anziché smentite.

È un modo di pensare che ci viene naturale, ma non ci aiuta a capire né a risolvere i problemi. Abituarsi a pensare "fuori dagli schemi" non è facile, ma è possibile (chi fa scienza si sforza di farlo ogni giorno), ed è il modo migliore per sviluppare le nostre capacità critiche.

Torneremo a parlare di come sviluppare questi importanti strumenti di ragionamento perché, oggi più che mai, chi non lo fa rischia più facilmente di cadere preda di chi manipola informazioni e cerca di approfittarne.

Se ti va, rispondimi a questa mail e fammi sapere se c'è qualche abilità in particolare che ti piacerebbe migliorare. 

E ora diamo il via a questo Avviso!
DIARIO DI BORDO

La foto di oggi...

 
Massimo Polidor, James Randi e Mino Damato
Questa è una foto veramente d'epoca! Siamo alla fine del 1988, ormai conoscevo già Randi, nei mesi successivi sarei partito per gli Stati Uniti per diventare suo apprendista, ma per il momento avevo ancora molta burocrazia da superare prima di poter lasciare l'Italia (c'era ancora la leva obbligatoria!). Così, quando Randi fu invitato da Mino Damato al suo programma, "Alla ricerca dell'Arca", lo accompagnai per iniziare già il mio lavoro di assistente (ricordo di avere addirittura fatto stampare dei biglietti da visita con la qualifica "Assistente personale di James Randi"! Se li ritrovo, te li farò vedere...). Fu una bella occasione per vedere Randi all'opera, aiutarlo con alcuni esperimenti e assisterlo nella realizzazione di alcuni dei suoi trucchi. Sull'Isola del Mistero ho condiviso alcuni estratti da quella puntata speciale quasi interamente dedicata a lui, prossimamente ne condividerò ancora...
ARRIVI E PARTENZE 
 
Questa settimana sul mio canale YouTube, ho pubblicato:
  • Lo lasci uno spiraglio al mistero? GUARDA
  • Il quarto episodio de "Il Mostro di Roma"GUARDA
ECHI DALL'ISOLA

Tra i nuovi contenuti che ho pubblicato sulla mia Isola del mistero, la mia pagina Patreon, puoi trovare: Se apprezzi il mio lavoro, se pensi che sia importante diffondere una mentalità critica e scientifica e vuoi darmi una mano ad arrivare a 500 Naviganti, così da potere prendere in affitto uno spazio da trasformare in studio per le riprese delle prossime serie e di nuovi progetti, ti invito a sbarcare sull'Isola del mistero, avrai così accesso a tutti i contenuti esclusivi sopra elencati oltre a circa 300 altri. 
 
Grazie per avermi letto anche questa domenica. È stata una settimana piuttosto impegnativa, dal "Festivaletteratura" di Mantova, al Tempo delle donne a Milano, poi Pordenonelegge e ancora ieri un intervento per le scuole in provincia di Vicenza, e quindi in questo avviso non trovi i miei consigli di lettura, ma torneranno la prossima settimana.

Ti auguro di passare una buona domenica, se vuoi unirti agli altri Naviganti sulla mia Isola del mistero! ti invito a segnalarmi le domande a cui ti piacerebbe ricevere risposta da me e, se sarai in zona, ti do appuntamento il 23 settembre alle 21.00 a Carpinscenza!

A presto,
msm

P.S. Mentre scrivo ascolto la bellissima voce di Molly Johnson in Boogie Street.

UN LIBRO? GRAZIE, VOLENTIERI!

Se vuoi darmi una mano a realizzare i miei progetti di divulgazione potresti... regalarmi un libro: sono per me il "carburante" fondamentale per scatenare idee e progetti! E ti ringrazio in anticipo.
 

I prossimi incontri:
 

23 settembre - CARPI: Una serata speciale in mia compagnia a Carpinscenza: ci divertiremo, non mancate!

 

I prossimi appuntamenti online:


 

STRANE STORIE La nuova stagione ripartirà a ottobre.

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE La terza stagione tornerà nel corso dell'inverno.

IL CASO KENNEDY Il settimo episodio è in lavorazione.

UNO STUDIO IN NERO La serie sui fatti criminali è ora online ogni venerdì alle 13.30, fino alla fine di settembre.


ARCHIVIO

Puoi accedere agli arretrati dell'Avviso ai Naviganti da questo link.


Se questa mail ti è stata inoltrata da qualcuno e vuoi iscriverti per ricevere anche tu l'Avviso ai Naviganti, clicca qui.

Share Share
Tweet Tweet
Forward Forward
Share Share


Copyright © 2022 Massimo Polidoro Studio, Tutti i diritti riservati.

home  |  corsi  |  patreon  |  libri  |  youtube  |  podcast  |  contattami  |  tipeee


Email Marketing Powered by Mailchimp