Copy
Un rischio da evitare: diventare cinici...
24 luglio 2022
Ciao <<Nome*>>,

c'è una considerazione di Carl Sagan, il celebre astronomo e divulgatore americano, che mi è sempre rimasta impressa.

La lessi nel 1987, in uno dei primi numeri che ricevetti di The Skeptical Inquirer, la rivista dell'americano CSICOP, comitato di riferimento per quello che sarebbe diventato qualche tempo dopo il CICAP.

Sagan, nel suo articolo, che mi colpì molto, spiegava in maniera molto chiara che cosa bisogna intendere con il termine "scetticismo".

Come vedrai, se mi segui da un po', si tratta di un punto su cui torno spesso, anche nel mio ultimo video su YouTube. Ma proprio ieri, questo articolo mi è capitato nuovamente sotto gli occhi e ho pensato di riproporti quel passaggio per intero.

"Mi sembra che ciò che serve sia uno squisito equilibrio tra due bisogni contrastanti: l'esame più scettico possibile di tutte le ipotesi che ci vengono presentate, e allo stesso tempo una grande apertura a nuove idee" scrive Sagan.

"Ovviamente questi due modi di pensare sono in continua tensione tra loro. Ma se intendete esercitare solo una di queste modalità, qualunque essa sia, vi troverete in profonda difficoltà".

"Se siete solo scettici, allora nessuna nuova idea vi raggiungerà. Non imparerete nulla di nuovo. Diventerete vecchi brontoloni, convinti che la follia governi il mondo (e ci sono ovviamente molti dati che vi darebbero ragione)".

"Ma ogni tanto, forse una volta su cento casi, una nuova idea si rivela corretta, valida e meravigliosa. E, se tendete troppo a uno scetticismo assoluto, finirete per non accorgervene e vi troverete a sbarrare la strada al progresso".

"D'altro canto, se siete aperti al punto di credere a tutto e non avete un briciolo di senso critico in voi, non sarete in grado di distinguere le ipotesi utili da quelle inutili. Se tutte le idee hanno la stessa validità, allora siete persi, perché nessuna idea avrà alcuna validità".

Ecco, essere scettici, come spiegavo qualche tempo fa, non significa bollare tutto come “falso”, ma ricordarsi che ciò che sentiamo, leggiamo o vediamo potrebbe essere vero ma potrebbe anche essere falso, oppure anche una via di mezzo. Spesso nelle bugie c’è un po’ di verità e viceversa.

È solo l’esame delle prove che può aiutarci a discernere tra fatti e fantasie. Coltivare uno scetticismo informato, dunque, è la pratica che, più di ogni altra, ci può proteggere dalla disinformazione e dalla manipolazione.

Ma bisogna a tutti i costi evitare di diventare cinici, cosa che avviene quando si cominciano a sminuire le credenze altrui, ci si mostra accondiscendenti e si finisce per dimenticarsi che, illuso o meno, chi insegue la superstizione o le pseudoscienze, o chi tende a dare il voto al qualunquista di turno, in fondo è un essere umano come noi, con timori e paure reali e che, proprio come fanno gli scettici, cerca solamente di capire come funziona il mondo e quale può essere il suo ruolo in esso.

È un principio che vale tanto per chi è portato a credere quanto per chi è portato a dubitare: occorre ricordarsi sempre di essere scettici, di chiedere le prove per le affermazioni, ma bisogna anche sforzarsi di non diventare cinici senza cuore..


E ora diamo il via a questo Avviso!
DIARIO DI BORDO

La foto della settimana è questa:

 
Oggi condivido con voi questo simpatico collage che qualche anno fa mi aveva fatto Roberta Baria, impiegando diverse foto inutilizzate che mi aveva scattato qualche tempo prima. Spero che tutti abbiate colto il riferimento ai Beatles... giusto?
ARRIVI E PARTENZE 
 
Su YouTube, per la mia rubrica DOMANDASI, in cui di volta in volta rispondo alle domande ricorrenti, questa settimana ho risposto a questa:
  • "Se la scienza non lo spiega non esiste?" "Ma tu pensi che se la scienza non sa spiegare qualcosa allora sia assurdo o non esista?" È quello che ogni tanto qualcuno scrive nei commenti ai miei video e oggi rispondo... GUARDA
È arrivato anche il terzo episodio della nuova stagione di Uno studio in nero, la cui prima serie è dedicata al caso Pasolini:
  • Un poeta maledetto. Gli anni del dopoguerra sono per Pasolini anni di insegnamento, di cultura, di politica, di poesia e di riconoscimento per il suo impegno intellettuale. Un momento di pace, che però dura poco, perché nel 1949 inizia la lunga tempesta di processi e scandali che lo accompagnerà tutta la vita. GUARDA
TERRA IN VISTA

Oggi condivido con te questi spunti per approfondire e stimolare la curiosità:
  1. Una vera "macchina del tempo". In Geniale racconto di quando Randi mi mostrò la sua "macchina del tempo" lasciandomi a bocca aperta. È una grande emozione, oggi, vedere la più potente macchina del tempo mai inventata dall'uomo entrare in azione. Parlo naturalmente del telescopio spaziale James Webb, che ha iniziato a funzionare la scorsa settimana, trasmettendoci immagini la cui luce ha viaggiato miliardi di anni per raggiungerci, permettendoci così di vedere com'era l'universo in un'epoca molto vicina (si fa per dire) al Big Bang. Ne parlano tutti, ovunque, ma ho scelto questo articolo di The Atlantic dove il paragone con la macchina del tempo è più esplicito: LEGGI
  2. La scienza dimenticata degli antichi Greci. Se c’è una cosa per cui dobbiamo ringraziare i Greci, oltre che per la loro meravigliosa letteratura, è perché sono stati loro a gettare le basi della nostra cultura scientifica. Purtroppo, ce lo dimentichiamo continuamente e Galatea Vaglio ce lo ricorda in questo bell'articolo per Valigia Blu: LEGGI
  3. Attenti alle bufale in campagna elettorale. È l'appello del procuratore generale emerito della Cassazione Giovanni Salvi: "C’è il pericolo che le prossime elezioni possano essere condizionate da false notizie e fake news, con effetti di radicalizzazione, perché oltre a una guerra che si combatte in Ucraina è in corso una guerra ibrida”. LEGGI
  4. L'intramontabile fascino di Jack dai tacchi a molla. Fantasmi che di notte compiono balzi prodigiosi, importunando le donne nell’ombra delle città non ancora illuminate dall’energia elettrica… Siamo nell’Inghilterra dell’era vittoriana, ai tempi di Spring-heeled Jack, cioè di "Giacomino-dai-tacchi-a-molla". Uno strano personaggio, oggetto di mille speculazioni in quel periodo, e, molto più tardi, da parte degli appassionati contemporanei di Ufo e di misteri vari. La sua storia è ricostruita molto bene da Sofia Lincos e Giuseppe Stilo per QueryonlineLEGGI
  5. Un Beatle-gioco! Francesco Lancia mi ha segnalato un gioco che non conoscevo (e di cui ora non posso più fare a meno!). Avete presente Wordle, il gioco del NYT che ti sfida a indovinare una parola di 5 lettere con 6 tentativi? Bene, ora esiste anche Beadle, dove bisogna indovinare il titolo di una canzone dei Beatles da un paio di secondi di musica. Grande, no? GIOCA
ECHI DALL'ISOLA

Tra i nuovi contenuti che ho pubblicato sulla mia Isola del mistero, la mia pagina Patreon, puoi trovare: Se anche tu apprezzi il mio lavoro, se pensi che sia importante diffondere una mentalità critica e scientifica e vuoi darmi una mano per continuare a realizzare (gratuitamente per tutti) i miei video, le mie serie, gli incontri con le scuole, il podcast e tanto altro, puoi sbarcare sull'Isola del mistero e avere così accesso a tanti contenuti esclusivi. 
 
Ti ringrazio per avermi letto anche oggi. Con l'Avviso della prossima settimana ci saluteremo e ci rivedremo a fine agosto: non perderlo, perché ho intenzione di condividere con te 10 letture imperdibili per l'estate...

Buona domenica!
msm

P.S. Mentre scrivo ascolto "What a diff'rence a day make" cantata da Dinah Washington.

UN LIBRO? GRAZIE, VOLENTIERI!

Non è indispensabile aderire a Patreon per aiutarmi a realizzare i miei progetti di divulgazione (anche se basta davvero l'equivalente di una spremuta d'arancia). Chi volesse comunque dare una mano potrebbe... regalarmi un libro! 
 

I prossimi incontri:
 


6 agosto, ore 21.15 - FINALE LIGURE: presentazione di "Geniale" presso Piazza S. Giovanni.

24 agostoSanta Maria Maggiore, VAL VIGEZZO (VCO): Festival "Sentieri e pensieri", presentazione di "Geniale" (sede da definire).


27 agosto - SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP) "Incontri con l'autore", presentazione di "Geniale" (sede da definire).

 

I prossimi appuntamenti online:


 

STRANE STORIE La nuova stagione ripartirà dopo l'estate.

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE Si è conclusa la seconda stagione, tornerà in autunno.

IL CASO KENNEDY Il settimo episodio è in lavorazione.

UNO STUDIO IN NERO La nuova stagione della mia serie sui fatti criminali è ora online ogni venerdì alle 13.30.


ARCHIVIO

Puoi accedere agli arretrati dell'Avviso ai Naviganti da questo link.


Se questa mail ti è stata inoltrata da qualcuno e vuoi iscriverti per ricevere anche tu l'Avviso ai Naviganti, clicca qui.

Share Share
Tweet Tweet
Forward Forward
Share Share


Copyright © 2022 Massimo Polidoro Studio, Tutti i diritti riservati.

home  |  corsi  |  patreon  |  libri  |  youtube  |  podcast  |  contattami  |  tipeee


Email Marketing Powered by Mailchimp