Copy
I Naviganti del Tempo a VILLA GIULIA - L'Orecchio di Giano

I Naviganti del Tempo
a VILLA GIULIA

L'Orecchio di Giano 2021
XX edizione

Musicaimmagine
Institutum Romanum Finlandiae
Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

I Concerti dell'Ensemble Seicentonovecento
direttore artistico Flavio Colusso


concerti in giardino

BIGLIETTI / TICKETS

Concerto €16 + €4 ingresso giardini
info / booking +39.328.6294500
info@musicaimmagine.it

prenotazione obbligatoria / booking required


posti limitati nel rispetto delle norme anti Covid-19
è richiesto il Greenpass

www.museoetru.it/prepara-la-visita#biglietteria


Klami e la moglie a Villa Lante nel 1955


> LEGGI DI PIÙ        



L'Ensemble Seicentonovecento a Villa Giulia

.............................................................................................
CALENDARIO 2021   

12 giugno ore 17

Händel a Roma
Ensemble Seicentonovecento
dir. Flavio Colusso


19 giugno ore 17
Intorno a Sibelius Eeva Havulehto pianoforte
FESTA DELLA MUSICA / evento gratuito


10 luglio ore 17
Nordici a Roma Duo Åström-Kuvaja
violino e pianoforte
musiche di Kraus, Gade, Mendelssohn, Sibelius


17 luglio ore 17
Die schöne Müllerin Schubert (op. 25)
Erik Rousi basso, Niels Muus pianoforte


31 luglio ore 20.30
Quo vadis FILM MUTO di d’Annunzio e Jacoby
musiche originali di Antonio Coppola, pianoforte


18 settembre ore 17
Italia-Germania:2-2 Collegium Pro Musica
musiche di Bach, Telemann - Scarlatti, Vivaldi


25 settembre ore 20.30
La vigna di papa Giulio e il Palestrina
Ensemble Seicentonovecento
dir. Flavio Colusso
GIORNATE DEL PATRIMONIO / evento gratuito


9 ottobre ore 17
Uuno/121 Duo Kestti-Ylönen, viola e pianoforte
musiche di Uuno Klami, Eero Kestti



 

sabato 9 ottobre ore 17:00
MUSEO NAZIONALE ETRUSCO DI VILLA GIULIA
piazzale di Villa Giulia, 9 Roma


UUNO 121: suoni dalla Finlandia

Eero Kesti viola
Esa Ylönen pianoforte

musiche di Uuno Klami ed Eero Kesti

Sabato 9 ottobre alle ore 17 si conclude la stagione 2021 de L’Orecchio di Giano-I naviganti del Tempo a Villa Giulia con un programma tutto finlandese: Eero Kesti alla viola ed Esa Ylönen al pianoforte eseguono musiche delle stesso Kesti e di Uuno Klami (1900-1961), le cui composizioni sono tra le più amate in Finlandia dopo quelle di Jean Sibelius.

Nel 2020 ricorreva il 120° anniversario della nascita di Uuno Klami. Con la chiusura di tutte le attività culturali a causa del Covid-19, si è voluto celebrare questa ricorrenza nel 2021 con diverse iniziative, in Finlandia e anche qui in Roma, città dove il compositore ha vissuto negli Anni ‘50 e che ha creato in lui molteplici suggestioni artistiche. Il titolo dell’evento è così stato rimodulato in Uuno/121, con un gioco di parole e numeri che allude agli anni del Maestro.

Dopo gli studi a Helsinki con Erkki Melartin, Klami si è perfezionato a Parigi e Vienna. Nel suo concerto di esordio come compositore, nel 1928, Karelian Rhapsody, con “elementi folk finlandesi lanciati in una sfrenata luce primitiva”, fu un succès de scandale che attirò su di lui una notevole attenzione. Le sue opere principali includono Kalevala Suite e il balletto incompiuto Vortici. L’oratorio Psalmus (1936) occupa un posto unico nella musica sacra finlandese ed è una delle opere più amate di un finlandese dopo quelle di Jean Sibelius, il quale tra l’altro lo apprezzava molto e gli fece avere un vitalizio dal Governo.

Klami sperimentò anche la forma sinfonica nelle sue due sinfonie (1938 e 1945) e nella Sinfonia enfantine (1927), e la forma concertistica nei suoi due Concerti per pianoforte (n. 1 Une nuit à Montmartre e n. 2 per pianoforte e archi) e nel Concerto per violino (1943). Maestro di opere orchestrali in miniatura, la suite orchestrale Sea Pictures è anche considerata uno dei suoi maggiori successi. Nel 1959 è stato nominato membro dell’Accademia finlandese delle scienze e delle lettere, una delle più alte onorificenze finlandesi.

L’editore Fennica Gehrman ha pubblicato le opere da camera di Klami curate da Kesti e Ylönen.

.........................................................................................................


L’Orecchio di Giano-Dialoghi della Antica et Moderna Musica, giunto alla 20° edizione, dopo il felice esito negli scorsi anni del progetto I naviganti del Tempo a Villa Giulia in collaborazione con il Museo Nazionale Etrusco, quest’anno si svolge integralmente nei giardini di Villa Giulia con otto concerti con illustri artisti internazionali ospiti dell’Ensemble Seicentonovecento, in residence nella Villa Lante al Gianicolo dell'Institutum Romanum Finlandiae.
In programma grandi classici e rarità musicali di ieri e di oggi, dalle musiche che il giovane H
ändel scrisse durante il suo soggiorno romano tra il 1707 e il 1709  il capolavoro della letteratura liederistica Die schöne Müllerin (op. 25) di Schubert, con Erik Rousi, giovane emergente basso e il celebre pianista e direttore danese Niels Muus; Italia-Germania 2-2 con Stefano Bagliano e il Collegium Pro Musica, con Bach e Telemann che fronteggiano Scarlatti e Vivaldi; La vigna di papa Giulio e il Palestrina, con musiche del “Principe della musica” e interventi storico-artistici legati a Villa Giulia; Quo vadis, il film muto del 1924 di Georg Jacoby e Gabriellino d’Annunzio con la nuova colonna sonora commissionata ed eseguita dal vivo da Antonio Coppola, sontuoso Kolossal caratterizzato da magnifiche scene e ricostruzioni architettoniche della Roma imperiale che offre lo spunto per ulteriori riflessioni su Arte e Archeologia.

Il ‘Dialogo’ tra Italia e Finlandia vede un florilegio di eventi musicali, scientifici e divulgativi in collaborazione con istituzioni finlandesi e con la Sibelius Society Italia: la pianista Eeva Havulehto interpreta musiche di Scarlatti, Sibelius, Seppo Torvikoski; il Duo Åstrom-Kuvaja (violino-pianoforte) esegue musiche di Joseph Martin Kraus, Mozart, Sibelius, Fanny e Felix Mendelssohn, Niels Wilhelm Gade; Uuno121, Esa Ylönen ed Eero Kesti presentano l’opera di Uuno Klami, importante compositore finlandese nel 121° della nascita e le cui opere da camera sono state pubblicate a loro cura da Fennica Gehrman.

I concerti sono anche un’occasione per visitare il MUSEO di Villa Giulia, il più rappresentativo del mondo etrusco, la Villa e il suo giardino architettonico con il primo teatro d’acque della storia: un invito a trascorrere una giornata speciale in un luogo speciale.





MiC
Musicaimmagine
Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Institutum Romanum Finlandiae
Ensemble Seicentonovecento
Sibelius Society Italia

 

Copyright © 2021 Musicaimmagine. All rights reserved.

MUSICAIMMAGINE
via del Corso, 494/A 00186 Roma
info@musicaimmagine.it
www.musicaimmagine.it
Email Marketing Powered by Mailchimp
Hai chiesto di iscriverti alla newsletter di Musicaimmagine tramite email o in occasione di eventi, compilando il modulo di iscrizione o direttamente a voce e ci hai chiesto di tenerti al corrente sulle nostre attività. Se hai cambiato idea puoi cancellarti in qualunque momento seguendo le istruzioni qui sotto.