A Pavia, 7-8 ottobre, il terzo incontro nazionale Giorgio La Pira ("Spes contra Spem 3")

L'incontro nazionale Giorgio La Pira pensato per riunire circoli, associazioni, gruppi e amici uniti dalla vicinanza a Giorgio La Pira, vivrà i prossimi 7-8 ottobre la sua terza edizione (Spes contra Spem 3). Dopo le prime due edizioni tenutesi a Firenze, l’incontro di quest’anno si svolgerà a Pavia
In un periodo in cui da una parte si affacciano pericolose forme di egoismi individuali e collettivi e in cui, per contro, la testimonianza e l’insegnamento di Papa Francesco richiamano i principi della convivenza umana e colpiscono le ripetute assonanze tra il Pontefice e Giorgio La Pira, ci pare di particolare rilevanza condividere le nostre esperienze e le nostre riflessioni e coordinare sempre meglio le nostre attività. 
La Fondazione, ringraziando gli amici del Centro Giorgio La Pira di Pavia per avere messo a disposizione la loro sede per l'iniziativa, invita tutti gli amici interessati a prendere nota dell'appuntamento, prendendo visione dell'invito e prenotandosi, attraverso
 le indicazioni fornite in questa pagina, direttamente presso gli amici di Pavia, così da metterli in grado di cominciare per tempo a pensare alle esigenze logistiche.
 
Info e attività recenti o in corso

Segnaliamo una selezione di spunti, occasioni e convegni recenti di rilievo inerenti la figura di La Pira, tratti dalla sezione "notizie recenti" del sito: 

§ 25 Giugno 2016 – Alle 17 a Civita Castellana, nella Sala delle Conferenze della Curia Arcivescovile, si terrà la presentazione del volume di Mario Primicerio, “Con La Pira in Viet Nam”, con prefazione di Romano Prodinell'ambito di un incontro organizzato dall’associazione culturale nazionale “Giorgio La Pira”. Cliccando su questo articolo di ontuscia.it è possibile visualizzare programma e relatori

§ 25 Giugno 2016 – Allle 16.30, inaugurazione nei saloni della Chiesa di San Giovanni Battista di Pozzallo il “Centro Mediterraneo di Studi e Formazione Giorgio La Pira”. In questo articolo di ondaiblea.it maggiori informazioni

§ 10 Giugno 2016 – Alle ore 21, nella Sala Pertusati della Diocesi di Pavia (in piazza Duomo 11), incontro sulla testimonianza di autentica vita cristiana di Giorgio La Pira. Questo il programma

§ 27 Maggio 2016 – A Palazzo Strozzi, dalle 14.30, convegno intitolato "LA PACE DEI POPOLI, IL MEDIO ORIENTE LE RELIGIONI ABRAMITICHE": cliccando su questa pagina, il programma dell'iniziativa, organizzata dalla Scuola Normale Superiore di Pisa e dalla fondazione La Pira. Qui il comunicato stampa inviato dalla Fondazione La Pira; qui l'articolo pubblicato su toscanaoggi.it

§ 26 Maggio 2016 – Presentazione in Palazzo Vecchio del libro “Con La Pira in Viet Nam”, con prefazione di Romano Prodi, di Mario Primicerio, presentato anche da Massimo Cacciari: qui il comunicato stampa, con il programma completo dell'incontro, inviato dalla Fondazione La Pira;  qui l'articolo pubblicato su toscanaoggi.it. Sul canale youtube (clicca qui) della Fondazione La Pira sono disponibili i video delle parole pronunciate da Massimo Cacciari e Mario Sica.

§ 26 Aprile 2016 – Alle ore 16,00, nell’Aula magna “Cardinale Giovanni Benelli” della Facoltà Teologica dell'Italia Centrale di via Cosimo il Vecchio 26, a Firenze, presentazione del saggio intitolato “Abbattere i muri, costruire ponti” – Lettere a Paolo VI. Cliccando qui è visualizzabile il comunicato stampa diramato dalla fondazione, con ulteriori informazioni e dettagli;

§ 23 Aprile 2016 – In occasione della settimana della cultura, l’Accademia Culturale Zanclea e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Messina organizzano l’Evento Culturale “Ricordando Giorgio La Pira” nel Palazzo della Cultura “Antonello”, con inizio alle ore 18,00. Ricordo affidato a Nino Giordano, docente di lettere a Firenze, vincitore del premio nazionale Giorgio La Pira 2015 e del premio Buttitta 2015, che propone la lettura del suo libro “Un cristiano per la città sul monte Giorgio La Pira”: maggiori informazioni in questo articolo su sicilians.it

§ 18 Aprile 2016 – Sul blog www.quellidelmuseodisanmarco.com  questo articolo inedito su Giorgio La Pira, firmato da Carla Taiuti, dal titolo: Le “farse devote” di La Pira secondo i tedeschi degli anni ’50: un ritratto inedito e una copertina d’eccezione nel segno di Savonarola e di San Marco. 

Si ringraziano tutti coloro che sostengono le attività della Fondazione La Pira con il CINQUE PER MILLE indicando sul proprio Mod.740, 730, CUD il Codice Fiscale 80102980481. Per altre forme di sostegno e per i corrispondenti BENEFICI FISCALI vai alla pagina "Sostenere la Fondazione"


Articoli e pubblicazioni recenti

- "Ritornare a Israele. Giorgio La Pira, gli ebrei, la Terra Santa", a cura di Maria Chiara Rioli - Edizioni della Normale. Frutto del lavoro di un’équipe coordinata dalla Scuola Normale e dalla Fondazione La Pira, i saggi raccolti in questo volume approfondiscono il rapporto tra Giorgio La Pira, il mondo ebraico, la questione di Israele... Il 7 giugno scorso, Radio radicale ha pubblicato in questa pagina un articolo ed un audiointervista alla curatrice

- Le città non vogliono morire"The cities do not want to die", a cura di Marco Pietro Giovannoni e Pietro Domenico Giovannoni - Polistampa 2015. Il 2 ottobre 1955 a Firenze Giorgio La Pira, con l’appassionato discorso "Le città non possono morire" apriva i lavori del Convegno dei Sindaci delle Città Capitali...

Nel nome di Maria. Giorgio La Pira e la vocazione mariana di Firenze, a cura di Giulio Conticelli, presentazione del Card. Giuseppe Betori - Nerbini 2015. Giorgio La Pira ha offerto un contributo specifico alla mariologia, come il teologo Padre Stefano De Fiores ha sottolineato...

Abbattere i muri, costruire ponti". Lettere a paolo VI, a cura di Andrea Riccardi e Augusto D’Angelo- Edizioni San Paolo  2015. Le lettere di Giorgio La Pira ai papi sono quasi una sorta di “diario di bordo” del Professore...

- Con La Pira in Vietnam, di Mario Primicerio, prefazione di Romano Prodi - Polistampa 2015. 50 anni dopo l’avventuroso viaggio di Giorgio La Pira in Vietnam, Mario Primicerio, che accompagnò il Professore in quel viaggio “ai confini del mondo”, pubblica il diario di viaggio di quella storica spedizione..

Teniamoci in contatto
- Puoi scrivere a fondazionelapira@gmail.com
- Puoi seguirci attraverso YouTubeFacebook e Twitter, di cui trovi i link anche sulla destra.
- Puoi sostenere le attività della Fondazione La Pira con il CINQUE PER MILLE indicando sul tuo Mod.740, 730, CUD il Codice Fiscale 80102980481 

Giorgio La Pira e Papa Francesco: espressioni e assonanze

"Terra, casa, lavoro: continuate la vostra lotta! [...] Nessuno rimanga senza diritti. La solidarietà non è semplice generosità, ma comunità.
Mi accusano di essere comunista, ma l'amore per i poveri è scritto nel Vangelo. I meno abbienti non si accontentano di promesse illusorie, anche se si vuol farli tacere"

(Papa Francesco, discorso ai Movmenti popolari, 28 ottobre 2014)


"Tutta la vera politica sta qui: difendere il pane e la casa della più gran parte del popolo italiano. Per far questo bisogna levare dal comando delle leve economiche e finanziarie gli uomini che oggi vi si trovano. Il pane (e quindi, il lavoro) è sacro: la casa è sacra, non si toccano impunemente né l'uno né l'altra. Questo non è marxismo: è vangelo. Quando gli italiani poveri saranno persuasi di essere finalmente difesi in questi due punti, la libertà sarà per sempre assicurata nel nostro paese".
Giorgio La Pira, lettera ad A.Fanfani, 28 febbraio 1955

"E' necessario un grande e quotidiano atteggiamento di libertà cristiana per avere il coraggio di proclamare, nella nostra Città, che occorre difendere i poveri, e non difendersi dai poveri, che occorre servire i deboli e non servirsi dei deboli: quando chiesero a san Lorenzo di portare e mostrare i tesori della Chiesa, portò semplicemente alcuni poveri. Quando in una città i poveri e i deboli sono curati, soccorsi e aiutati a promuoversi nella società, essi si rivelano il tesoro della Chiesa e un tesoro nella società. Quando una società ignora i poveri, li perseguita, li criminalizza, li costringe a ‘mafiarsi’, quella società si impoverisce fino alla miseria, perde la libertà e preferisce ‘l'aglio e le cipolle’ della schiavitù, della schiavitù del suo egoismo, della schiavitù della sua pusillanimità e quella società cessa di essere cristiana"
Papa Francesco, 31-12-2014, Omelia Celebrazione primi vespri

"Non avete il diritto di dirmi: signor Sindaco non si interessi delle creature senza lavoro (licenziati o disoccupati), senza casa (sfrattati), senza assistenza (vecchi, malati, bambini, ecc.). È il mio dovere fondamentale questo: dovere che non ammette discriminazioni e che mi deriva prima che dalla mia posizione di capo della città - e quindi capo della unica e solidale famiglia cittadina - dalla mia coscienza di cristiano: c'è qui in giuoco la sostanza stessa della grazia e dell'Evangelo! Se c'è uno che soffre io ho un dovere preciso: intervenire in tutti i modi con tutti gli accorgimenti che l'amore suggerisce e che la legge fornisce, perché quella sofferenza sia o diminuita o lenita. Altra norma di condotta per un Sindaco in genere e per un Sindaco cristiano in ispecie non c'è"
Giorgio La Pira, Discorso al Consiglio Comunale 24 settembre 1954



 


 


Il gruppo FUCI di Messina commemora Giorgio La pira: anche padre Antonio Spadaro tra gli ospiti


Lo scorso aprile, i giovani del gruppo della Federazione universitaria cattolica (FUCI) di Messina, intitolato a Giorgio La Pira, hanno organizzato alcuni importanti appuntamenti:

- giorno 3, davanti alla casa in cui La Pira abitò nel periodo vissuto a Messina (Piazza Carducci 7, nei pressi del Rettorato), una cerimonia organizzata insieme ai gruppi siciliani fucini ha ricordato lo statista, deponendo una corona di alloro davanti alla targa affissa sulla facciata del palazzo. Su
 questa pagina Facebook maggiori informazioni sull’evento; cliccando qui, l’articolo apparso su tempostretto.itcliccando qui, quello apparso su paeseitaliapress.itCliccando qui, il video dell'incontro dei ragazzi con suor Chiara Maria Fortunata Angelino, ex madre badessa del Monastero delle clarisse di Montevergine e nipote di Giorgio La Pira. Qui il video della commemorazione;

- giorno 28, nell'Aula Magna del Rettorato, ha avuto luogo la L
ectio Magistralis di Padre Antonio Spadaro, messinese e direttore de  "La Civiltà Cattolica". Qui è possibile visualizzare il video sulla pagina Facebook "Voce di popolo". Qui è possibile leggere ed ascoltare il contributo su radiovaticana.itMaggiori informazioni su questo articolo pubblicato da tempostretto.it
Fra i 50 vincitori del Premio Cittadino europeo 2016 vi sono anche quattro italiani: la Fondazione Arché, l'Opera per la Gioventù “Giorgio La Pira” di Firenze, l'associazione Pegaso e l’attivista italo-marocchina Nawal Soufi. Ad annunciarlo, l’1 giugno scorso, la giuria presieduta dalla vicepresidente del Parlamento europeo, Silvie Guillaume, come da notizia diffusa sul portale italiano del Parlamento europeo. Qui l'articolo su eunews.it; qui l'articolo di Toscana Oggi. L’Opera La Pira è un'associazione nata a Firenze nel 1954, impegnata nella formazione umana e cristiana dei giovani, finalizzata a un responsabile inserimento nelle comunità e alla costruzione di una casa comune europea. Fondatore è Pino Arpioni, la cui vocazione di dedicarsi alla formazione dei giovani maturò negli anni passati nei campi di prigionia tedeschi durante la guerra. Fu amico fraterno di La Pira, col quale condivise scelte di impostazione culturale e formativa.