Copy
Chiara Gribaudo newsletter - febbraio 2016
Care tutte, cari tutti,
Guido Regeni era un ragazzo di 28 anni che studiava per capire il mondo e scriveva per denunciare le sue ingiustizie. Era a Il Cairo per questo. 
In questi giorni, ho riletto il semplice e toccante appello che la sua migliore amica egiziana, Noura Wahby scriveva su Facebook il 1° febbraio, quando ancora nulla si sapeva della sua sorte: “Era mia guida a Cambridge. Avrei dovuto essere la sua guida al Cairo. Ho avuto modo di guardare la mia amata città attraverso i suoi occhi.” 
Aveva amici. E aveva contatti, come chiunque voglia andare a fondo delle questioni e non fermarsi alla superficie ufficiale. Parlava con molti giovani come lui, membri delle opposizioni al regime, orfani di piazza Tahir. Non lontano da lì, è scomparso. Forse anche questo ha un significato, tra le ragioni della sua orribile morte. 
L’unica cosa certa, per ora, sono le torture, che hanno lasciato in “indicibili condizioni” il corpo di un giovane intelligente e curioso. 
Dopo il rientro della salma e i composti funerali, si aprono ora a due rischi noti: da una parte, quello di richiudersi nel genere letterario della “spy story” e dall’alta quello di liquidare quanto accaduto con un “se l’è andata a cercare” già sentito altre volte. In entrambi i casi, a rimanere sullo sfondo sarebbe la valenza politica che una simile vicenda invece avrebbe il dovere di sollevare.
“La morte violenta di Giulio Regeni già ci insegna qualche cosa - notava amaramente Alberto Negri sul Sole 24 Ore - C’è un Egitto che non si è arreso agli islamisti ma non si vuole arrendere neppure alle derive autoritarie del generale Abdel Fattah al-Sisi.” Era quello che cercava di raccontare dal di dentro Giulio. Ed è una consapevolezza che non si dovrebbe estromettere dalla richiesta della verità. Tanto più mentre siamo coinvolti in una guerra al terrorismo i cui confini ed alleati - come dimostra questo caso, o gli ultimi fatti in Siria - rischiano di essere ancora una volta sfumati e contraddittori.
Già in passato le ambiguità e timidezze dei paesi occidentali hanno minato la loro credibilità, nell’essere interlocutori dei movimenti democratici. Nel frattempo, le primavere arabe sono sbocciate e in qualche caso sfiorite verso l'autunno. 
Posto che, come sembra, nell’uccisione brutale di Regeni ci sarebbe l’inconfessabile coinvolgimento dei servizi di sicurezza egiziani,  l’Italia deve alzare la posta con il presidente Al-Sisi, chiedendo piena chiarezza sulle responsabilità, anche al prezzo di qualche imbarazzo. Abbiamo fin troppa memoria di quell'Europa che nel Vicinato diceva di essere paladina della "società civile" ma firmava accordi con i dittatori. 
Non cancelleremo il dolore di un ragazzo né della sua famiglia. Ma questo è un impegno di discontinuità col passato e di coerenza con i valori che affermiamo, oltre che di giustizia e di lungimiranza, a cui non ci si può sottrarre.
Chiara
UNIONI CIVILI, DIETROFRONT M5S. IL PD DIMOSTRI COMPATTEZZA E SI APPROVI LA LEGGE
In questi giorni, non posso che seguire con apprensione quanto accade in Senato sul ddl Cirinnà. I 5 stelle sono pronti a votare con la destra, pur di andare contro il PD. Una scelta di pura tattica, presa nelle stanze della Casaleggio ed associati e non nelle aule parlamentari. Il provvedimento è stato ora rinviato alla prossima settimana: i colleghi senatori di Rifare l’Italia hanno segnalando giustamente il rischio di impantanamenti. Confido che questo tempo possa almeno essere usato per rilanciare la convinzione del PD di arrivare all’approvazione piena, senza amputazioni dell’ultima ora. Lo ha detto anche il capogruppo Zanda: adesso la legge dipende dalla nostra compattezza. Mi auguro che su questo possano riflettere i senatori di tutti i gruppi che credono come noi che l’Italia non possa più aspettare questo passo di civiltà.

FINALMENTE IL JOBS ACT AUTONOMI: ORA, PROSEGUE IL CONFRONTO. ANCHE ALLA WINTERSCHOOL L&W
Una piccola rivoluzione è alle porte, per i lavoratori autonomi senza tutele, per i quali (e con i quali) ho molto lavorato in questi mesi. Recentemente, il Consiglio dei Ministri ha approvato un provvedimento che raccoglie gran parte delle proposte di diritti e tutele che avevamo depositato in parlamento. Ma il confronto non finisce qui, guardando al prossimo passaggio parlamentare per quello che ancora non c’è o che potrà essere meglio precisato.
Ne abbiamo parlato anche a Torino, in occasione della bella winterschool dell’associazione Lavoro & Welfare. [leggi]

DDL POVERTA’ IMPORTANTE: MA LE PENSIONI DI REVERSIBILITA’ NON C’ENTRANO E NON SI TOCCANO
Con l’uscita del ddl di delega al Governo sulla povertà, si è aperta la discussione sulle pensioni di reversibilità. Meglio fare chiarezza: non c’è in corso un furto ai danni delle vedove: ma quelle pensioni non sono un “regalo” e restano dovute. Non si pensi quindi di prendere lì le risorse per interventi, pure molto importanti. Lotta alla povertà e previdenza restano due cose distinte. A meno di non pensare di spingere chi ha solo quel reddito, peraltro basso, davvero verso l’indigenza. Come ha già dichiarato il presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano, è bene che questo punto sia stralciato dal provvedimento. [leggi]

NUOVE NORME PER LA PROTEZIONE DEI DIPENDENTI CHE SEGNALANO ILLECITI (WHISTLEBLOWING)
La Camera ha approvato in prima lettura il testo, riformulato dalle Commissioni riunite Giustizia e Lavoro, che detta una nuova disciplina sulla protezione dei dipendenti che segnalano illeciti e che si applica sia al settore pubblico sia a quello privato. Obiettivi: proteggere il lavoratore dalle discriminazioni e lottare contro la corruzione. Si intende così integrare la repressione di questo fenomeno con strumenti di prevenzione che abbiano l’obiettivo di promuovere un cambiamento culturale. un provvedimento inedito per la cultura giuridica europea e, soprattutto, italiana. Per chi volesse approfondire, abbiamo preparato un dossier. [leggi]

INAIL, VIA AL BANDO ISI 2016 PER INVESTIMENTI IN SALUTE E SICUREZZA. ECCO I CRITERI E LE PROCEDURE
L’INAIL conferma anche quest’anno gli incentivi per migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, con una dotazione di oltre 276 milioni di euro. I destinatari sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura. Dal 1° marzo 2016 e fino alle ore 18:00 del 5 maggio 2016 sarà possibile presentare i progetti. La procedura informatica sarà disponibile sul sito INAIL nella sezione “accedi ai servizi online”. 
Il contributo concesso in conto capitale è pari al 65% dell’investimento ammesso, sino ad un massimo di 130mila euro per singola impresa. Tutte le info e le procedure sono disponibili sul sito INAIL, nella sezione dedicata agli incentivi per la sicurezza. [link]

#SBLOCCASCUOLE: 480 MLN PER L’EDILIZIA, IN ATTESA DEL CONCORSO
Con l’ultima Legge di Stabilità 2016 avevamo sbloccato 480 milioni di euro per interventi di edilizia scolastica e per la realizzazione di nuove scuole, liberandoli dai vincoli di bilancio dei Comuni, Province e Città metropolitane. Ora, dopo la lettera inviata ai sindaci, può partire l’operazione: entro il 1° marzo 2016 gli Enti locali possono trasmettere la domanda alla Struttura di Missione per l'Edilizia Scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri (attraverso il sito www.sbloccabilancio.it). Quasi 47mila i posti di lavoro previsti da Palazzo Chigi con i cantieri in partenza. Ma la scuola non è fatta solo di muri: per quanto riguarda il concorso atteso da 200 insegnanti abilitati, per quasi 64mila cattedre, dopo alcuni pasticci del Ministero, è arrivato finalmente l’impegno di Renzi per una soluzione in tempi brevi. Confidiamo che questa partita, tutta burocratica, possa essere archiviata ed aprire le porte della scuola a forze nuove.
27 FEBBRAIO AL FILATORIO DI CARAGLIO: OPPORTUNITA’ E PROSPETTIVE DELLA MACROREGIONE ALPINA “EUSALP”

Poche settimane dopo il via ufficiale della strategia europea EUSALP per la macroregione alpina, un appuntamento in provincia di Cuneo ne ragiona le prospettive per il territorio.
Lo organizzano al Filatoio Rosso di Caraglio [mappa], il 27 febbraio alle ore 10.
Insieme a me interverranno l’eurodeputata S&D Mercedes Bresso (che per il Parlamento Europeo è relatrice del progetto EUSALP), il presidente nazionale UNCEM Enrico Borghi, l’Assessore regionale alla montagna Alberto Valmaggia e quello ai Trasporti Francesco Balocco. La mattinata sarà introdotta da Lorenzo Muller, esperto di politiche comunitarie.

IRVIN D. YALOM - IL PROBLEMA SPINOZA

DAVID BOWIE - BLACKSTAR
TRASPORTI IN PROVINCIA DI CUNEO: PRODUTTIVO INCONTRO COL MINISTRO DELRIO

Importante e produttivo incontro a Roma con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.
Insieme al Ministro, raccogliendo le istanze arrivate negli scorsi mesi da amministratori, cittadini ed imprese, abbiamo analizzato i dossier più urgenti in materia di viabilità e trasporti nella provincia di Cuneo. Già arrivate le prime risposte concrete, tra cui quelle sulla variante di Demonte e sull’autostrada Asti-Cuneo.
Ora, grazie all’impegno del vicepresidente della commissione Stefano Esposito, in Senato sono stati convocati i concessionari (Gavio in testa). [leggi]

CON IL SOTTOSEGRETARIO GIACOMELLI: RICEZIONE TV E BANDA ULTRA LARGA, DUE BATTAGLIE DA VINCERE INSIEME
Dopo la prima riunione a Roma con alcuni sindaci montani, insieme al Sottosegretario alle Poste e Telecomunicazioni, Antonello Giacomelli, abbiamo incontrando al MISE i vertici di Rai Way (società pubblica che possiede la rete di diffusione del segnale Rai e ha il compito di gestire e mantenere gli impianti di diffusione) e di Infratel S.p.a. (società in-house del Ministero che è soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga). [leggi]

CUNEO-NIZZA: 3 MARZO INCONTRO PER RIVEDERE LA CONVENZIONE ITALIA-FRANCIA
È fissata per il 3 marzo la riunione tra la Regione Piemonte, Trenitalia e i funzionari dei Ministeri dei Trasporti e degli Esteri per aggiornare la convenzione tra Italia e Francia in merito alla ferrovia Cuneo-Nizza, fare il punto sullo stato dei lavori e verificare eventuali criticità sulle coperture economiche da superare attraverso il confronto con il Governo.
Il Viceministro ai Trasporti Nencini e il Sottosegretario agli Esteri Amendola ci hanno garantito il loro appoggio per consentire l’approvazione della convenzione con tempistiche definite. [leggi]

ASSENZA DI NEVE: CHIESTE MISURE STRAORDINARIE
Insieme al collega Taricco, avevamo presentato in Parlamento un’interrogazione per affrontare la difficile situazione delle zone montane a causa della prolungata assenza di neve (solo parzialmente alleviata dalle ultime precipitazioni) ha generato, con gravi problemi alle imprese e ai lavoratori del settore, dell’indotto e nel complesso dei territori che hanno in queste attività un’importante asset economico.
Avevamo per questo chiesto di valutare anche misure straordinarie. [leggi]

ITALCEMENTI BORGO: INTERROGAZIONE PER RASSICURAZIONI SUL FUTURO DEI LAVORATORI
Visto il recente piano di riorganizzazione di Italcementi in Italia, nonostante sembri fin qui che il sito di Borgo non debba averne conseguenze, ho depositato una interrogazione  parlamentare per chiedere se il Ministero dello Sviluppo sia a conoscenza di informazioni utili a chiarire le prospettive aziendali e a rassicurare i lavoratori e le comunità locali in merito alla salvaguardia dei livelli lavorativi, sia esistenti che futuri.

ARCHIVIO DI STATO: ARRIVANO 200MILA EURO
Per l’archivio di Stato di Cuneo sono in arrivo finanziamenti per 200mila euro. Serviranno a dare avvio ad una prima fase di lavori, per consentire il pieno utilizzo degli spazi e l’apertura stabile al pubblico (non più solo su appuntamento, come accade da inizio gennaio). 
Ad ottobre avevamo interrogato il Governo riguardo i tempi e i costi per il ripristino della struttura, trasferita nell’ex caserma Cantore. Dopo la ristrutturazione e il trasloco, però, ancora si erano registrati ancora disservizi e chiusure. Dopo i 30 milioni stanziati nell’ultima legge di Stabilità per gli archivi e le biblioteche, sarà ora possibile iniziare una serie di interventi per rendere questo importante sito, previsto dalla legge in ogni capoluogo, pienamente fruibile ed operativo, a disposizione di tutti i cittadini.

STABILITA’ 2016, I NUMERI PARLANO CHIARO. CONFERENZA STAMPA A CUNEO

Quella votata prima della pausa natalizia, dopo un lungo e proficuo lavoro parlamentare, è una Stabilità importante: taglia le tasse, affida risorse agli enti locali, investe in sicurezza e cultura, sostiene le imprese e l'occupazione, affronta con risposte serie molti aspetti importanti per la vita dei cittadini. Tanti provvedimenti che è importante spiegare e fare conoscere: per farlo, come DeputatiPD abbiamo lanciato una mobilitazione nazionale che ha fatto tappa anche Cuneo. 

fUNDER35: IMPRESE CULTURALI (GIOVANI) DELLA PROVINCIA DI CUNEO TRA LE ECCELLENZE PREMIATE A ROMA

Anche tre realtà cuneesi tra quelle premiate martedì 26 gennaio al Ministero dei Beni Culturalismo per il bando nazionale per l'innovazione culturale fUnder35.
Sono le associazioni cuneesi Art.ur e Origami con il progetto “Art.zone Artecultura e innovazione” e la braidese Switch on Future con il progetto “Switch on:nuovi modi di vivere l’arte”. Si sono piazzate ai primi posti su 170 partecipanti da tutta Italia e 50 vincitori. Una conferma che dei semi che l’innovazione culturale, grazie a queste giovani imprese, non solo sul nostro territorio nascono, ma (nonostante le molte difficoltà), con passione, creatività ed intelligenza danno anche ottimi frutti. Complimenti e…buon lavoro!
Continua la rassegna di storie di giovani e di lavoro: in questo numero, il racconto dell’esperienza di Davide Bernardi, che gestisce l'agriturismo "La Truna" nella frazione Rialpo di Demonte (CN). [leggi]

Per poter tenere un contatto più diretto con elettori, simpatizzanti o con chiunque abbia piacere di ricevere informazioni, presentare richieste o proposte, ho pensato di attivare un servizio di "sportello" presso la sede Pd di Cuneo, in via Fratelli Vaschetto 8 [vedi mappa], preferibilmente su appuntamento:
. sabato mattina dalle ore 9,00 alle ore 10,00
. lunedì dalle 8,30 alle 9,30, compatibilmente con i lavori della Camera dei Deputati, sarò presente personalmente al ricevimento.

Per ogni informazione, si può contattare il numero 391.1326700 (segreteria)
Sito
Sito
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
YouTube
YouTube
Email
Email

Gli indirizzi mail che ricevono questa newsletter fanno parte di contatti avuti in occasione di incontri, conferenze e da conoscenze personali. I dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Ai sensi dell'art. 130 del D.Lgs n. 196/2003, è possibile cancellarsi, inviando una mail a conchiaragribaudo@gmail.com con oggetto cancellazione da mailing list. 
Questa mailing list è legata all'attività dell' On. Chiara Gribaudo - Camera dei Deputati, Roma
conchiaragribaudo@gmail.com

Vuoi cancellarti dalla mailing list?