Copy
Chiara Gribaudo newsletter ottobre 2016
Care tutte, cari tutti,
qualche giorno fa eravamo intenti, chi più chi meno, a concludere una intensa giornata (alla Camera, avevamo appena approvato un’importante legge per i minori non accompagnati) quando, di nuovo, l’Italia centrale ha tremato. La prima scossa si è avvertita nettissima anche a Roma. Appena il tempo di raccogliere le prime informazioni, i primi rapporti sui danni, le prime testimonianze dirette che è arrivata la seconda, poi una terza, nella notte. Molte altre, per fortuna meno intense, sono seguite e ancora continuano (centinaia sono quelle registrate dagli strumenti).
E dire che, dopo la tragedia di questa estate, le regioni terremotate erano pronte a ripartire: era appena stato sottoscritto il protocollo di trasparenza con l'Anac e la Protezione civile per la ricostruzione. Ora, i danni materiali prodotti dalle nuove scosse sono gravissimi, e bisognerà rivalutare l'intera situazione e ridefinire gli interventi. 
Di certo, si tratta di un duro colpo per la popolazione. Per migliaia, anche nei nuovi comuni colpiti, si dovrà da subito trovare una sistemazione adeguata, anche visto l’approssimarsi della stagione invernale. Su questo, sono arrivate le prime rassicurazioni da Governo e protezione civile. Dobbiamo per questo concentrare gli sforzi a tutti i livelli, senza distinzioni di colore politico, pensando a loro.
Più in generale, gli esperti ci dicono che stiamo vivendo un “effetto domino”, perchè il sisma del 24 agosto avrebbe riattivato una nuova faglia più a nord. E’ molto probabile che terra, quindi, tremerà ancora. Una ulteriore conferma (di cui avremmo fatto volentieri a meno) di come nel nostro Paese eventi simili rappresentino un rischio costante, che è eccezionale nelle dimensioni e negli effetti, ma purtroppo non certo nella frequenza. Una condizione strutturale a cui si sommano ritardi e deficit altrettanto “strutturali”: la messa in sicurezza degli edifici, ancora largamente insufficiente, si conferma quindi una priorità assoluta e non più rimandabile per l’incolumità dei cittadini. 
La prossima legge di Bilancio fa di questo uno dei suoi punti cardine. E continuerà ad farlo, anche dopo i rilievi di Bruxelles. Bene ha fatto il Governo italiano a confermare la linea anche con la precisa risposta del ministro Padoan ai tecnici della Commissione: 2,8 miliardi per il solo 2017 è ciò che serve per mettere in sicurezza ad esempio 42mila edifici scolastici, il 30% dei quali bisognosi di manutenzione o addirittura di essere ricostruiti da capo. Gli interventi sulle emergenze sisma e migranti sono quindi irrinunciabili e giusti, come gli altri punti che provano a far coesistere equità e crescita. E’ quello di cui il Paese ha bisogno e su questo lavoreremo nei prossimi mesi.
Chiara
MINORI NON ACCOMPAGNATI: PIU’ TUTELE
Tutela minori
Abbiamo appena approvato alla Camera la legge che modifica il Testo Unico sull’immigrazione con misure che agevolano la protezione dei minori stranieri non accompagnati. Un atto di civiltà dovuto a bambine e bambini che sbarcano sulle nostre coste in cerca della sopravvivenza e di una speranza e troppo spesso rischiano di ritrovarsi nel giro della prostituzione minorile, nello sfruttamento del lavoro o, peggio, nel traffico di organi. Su questi argomenti per me non c’è spazio per gli spot elettorali serve costruire risposte e creare consapevolezza nel Paese. È questa credo, la risposta migliore ad una violenza verbale e fisica di cui recentemente abbiamo visto nuove grottesche manifestazioni, e che sembra essere ormai la regola e non solo l’eccezione. [leggi]

SFRUTTAMENTO DEL LAVORO: STORICA LEGGE CONTRO I CAPORALI
Recentemente, la Camera ha dato un importantissimo via libera alla legge contro il caporalato. Il nostro Paese si dota così di strumenti finalmente adeguati alla lotta contro i nuovi schiavisti. L'Italia prova così ad essere un paese più civile e più giusto anche per chi, a nord come a sud, non ha finora avuto diritti né voce, ma solo braccia, per sopravvivere. Un fenomeno che coinvolge circa 400.000 lavoratori in Italia, sia italiani che stranieri, ed è diffuso in tutte le aree del Paese e in settori dell'agricoltura molto diversi dal punto di vista della redditività, dal pomodoro ai prodotti della viticoltura. Per questo, siamo orgogliosi di un questo risultato storico, che ci fa restare un po' più umani, dicendo stop ai caporali. [leggi]
Per approfondire, ecco un documento [dossier]

INTERROGAZIONE SUL “CASO FOODORA”
La protesta dei lavoratori Foodora, l’App di consegna a domicilio di cibo, iniziata l’8 ottobre a Torino e prosegue tuttora. Tutti abbiamo visto almeno una volta i lavoratori con pettorina rosa sfrecciare in bicicletta, nel traffico delle nostre città. In buona parte, si tratta di giovani e studenti, ma non solo. La loro retribuzione pare sia passata nelle scorse settimane da circa 5€/h a 2,70 alla consegna. In più, pare che due promoter dell’azienda abbiano siano stati esclusi licenziati de facto, per aver solidarizzato con la mobilitazione. Per chiarire cosa abbiano trovato gli ispettori ministeriali nei loro accertamenti, le motivazioni alla base di questi licenziamenti, oltre al rispetto dei diritti di mobilitazione e rappresentanza sindacale, ho presentato una interrogazione al Ministro del lavoro.

AMBIENTE, RATIFICATO L’ACCORDO COP21
Il parlamento italiano ha dato via libera alla ratifica dell'accordo di Parigi collegato alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la cosiddetta Cop21. Il provvedimento è stato approvato in via definitiva dal Senato, dopo il sì che avevamo dato alla Camera. Si tratta di un passaggio importante, a cui mi dispiace che sembri si dia poca rilevanza nei media. Oggi è un giorno importante. Serve però che già da domani si continuino e si approfondiscano gli sforzi, perché la rivoluzione dello sviluppo sostenibile entri nella sua fase più concreta ed operativa. [leggi]

COSTI PARLAMENTARI: RILANCIAMO UNA DISCUSSIONE VERA
Nei giorni passati, molto rumore ha fatto il tema dei costi parlamentari. Diciamolo subito: non solo i costi della politica non sono un tabù, ma non ne abbiamo nemmeno timore.
Anzi: siamo pronti a rilanciare.In primis perché noi li riteniamo necessari per il funzionamento e la qualità della democrazia: per garantire la possibilità di partecipazione anche a chi non se lo potrebbe permettere e per evitare che altri, dotati di potere economico, decidano chi può rappresentare i cittadini e chi no.
Dall’altra, proprio per questo, siamo consapevoli che occorre una riforma seria del modo in cui le Camere si occupano dei propri componenti. Compresi quindi i modi e i mezzi di cui si avvalgono - e di cui mai si parla, neanche oggi - perché da essi dipende la migliore (o peggiore) capacità di fare il lavoro per cui sono eletti, nell’interesse dei cittadini. Chi ha usato per qualche ora l’Aula della Camera come un palcoscenico personale a favore di telecamera, è disposto ad andare fino in fondo seriamente e non a spot? [leggi]

ALLA CONFCOMMERCIO: AUTONOMI ATTORI DI COMPETITIVITA’ E CRESCITA
Confocommercio_incontro
Nella sede nazionale di Confcommercio, abbiamo proseguito la riflessione intorno al lavoro autonomo, che entro la fine d’anno dovrebbe vedere approvata la legge.
In una tavola rotonda di alto livello, moderata da Dario Di Vico (Corriere), abbiamo parlato di competitività e crescita, evidenziando in particolare il ruolo delle professioni per lo sviluppo del terziario.
Un altro tassello che si aggiunge al percorso di confronto, dentro e fuori le aule parlamentari, che mi auguro ci porterà entro la fine dell’anno ad approvare l’importante legge per gli autonomi (ancora ferma in Senato) a cui abbiamo lavorato in questi anni e che dovrà dare a questo mondo le risposte che attende da molto tempo.

ALLA CAMERA: DONNE CONDIZIONE DELLA CRESCITA
Incontro Donne Camera
Venerdì 28 ottobre, nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, la presidente Boldrini ha aperto l'incontro “Le donne condizione della crescita” a cui ho partecipato insieme alle colleghe Deputate dell'intergruppo parlamentare per le Donne, i Diritti e le Pari opportunità. L’obiettivo è di tenere al centro del dibattito politico il tema dell'occupazione e dell'imprenditoria femminile anche in vista della prossima legge di Bilancio. L’anno scorso, questo lavoro fu utile per produrre molti emendamenti poi in parte accolti nella Stabilità. Inoltre, sono intervenute imprenditrici, lavoratrici, dirigenti dei sindacati e delle associazioni datoriali.
FORMAZIONE PROFESSIONALE: COL SOTTOSEGRETARIO BOBBA A CUNEO FACCIAMO IL PUNTO
Quello della formazione professionale costituisce uno delle grandi sfide del nostro Paese, per l’educazione e l’occupabilità. Fondamentale in quest’ambito è la qualità: ecco perchè è importante partire dalle molte esperienze di eccellenza che ci sono - come L’AFP di Dronero e le tante attive nella provincia di Cuneo in Piemonte - perchè questo possa essere non un ripiego, ma una opportunità in più a disposizione dei giovani per costruire il loro futuro.
Per parlare di tutto questo e fare il punto insieme ai principali attori, lunedì 31 ottobre l’AFP organizza alle porte di Cuneo un incontro a cui parteciperò insieme al Sottosegretario al Lavoro, con delega alla Formazione, Luigi Bobba. Appuntamento in via Tiziano Vercellio 8/c dalle 9.15.
Questa volta andiamo a Pollenzo, dove un gruppo di studenti ha dato vita ad un progetto di cibo, cultura e lavoro. Hanno iniziato con un food-truck, ma la loro "strada" promette molto altro: The Edible Commandments. [leggi]
The Edible Commandments
Elena Ferrante La storia della bambina perduta
ELENA FERRANTE
LA STORIA DELLA BAMBINA PERDUTA
Bob Dylan 1965 - 1966 The Cutting Edge
BOB DYLAN
1965 - 1966 THE CUTTING EDGE
INTERROGAZIONE DIAGEO (S.VITTORIA D’ALBA): MISE DISPONIBILE AD UN TAVOLO
Il Ministero dello Sviluppo Economico è disponibile ad attivare un tavolo di confronto sulla situazione della Diageo di Santa Vittoria d’Alba, qualora le parti ne facessero richiesta. E’ quanto emerso dalla risposta ad una interrogazione presentata con i colleghi Taricco, Fiorio, Rabino e Monchiero per il profilarsi di 120 esuberi a partire dal prossimo aprile. Insieme alla disponibilità del Ministero del Lavoro ad attivare tutti gli strumenti possibili, si tratta di una occasione che spero ora venga colta per rispondere alla preoccupazione di lavoratori e famiglie. Sono intervenuta in Commissione Lavoro per dire che continueremo a monitorare da vicino. [leggi]

ACCOGLIENZA MIGRANTI: UNA INTERROGAZIONE PER FARE CHIAREZZA
Anche di fronte agli ultimi casi di cui è stato teatro il nostro territorio, specie a Monterosso Grana, insieme al collega Taricco, abbiamo interrogato il Ministro dell'interno per chiedere di individuare criteri qualitativi e di professionalità minimi per le attività di accoglienza degli immigrati sul nostro territorio rafforzando i controlli sul rispetto delle convenzioni. L’interrogazione chiede anche se non si ritenga necessario prevedere percorsi formativi ed un’abilitazione all’accoglienza per svolgere attività in quest’ambito. [leggi]

UN AIUTO CONCRETO PER HAITI
Miraglio_Haiti
Recentemente, a Borgo San Dalmazzo, con la Vicepresidente della Camera Sereni abbiamo incontrato i genitori di Massimo Miraglio, il missionario camilliano originario della nostra città che che ad Haiti è stato tra i dispersi del terribile uragano Matthew. Ci siamo aggiornate sulla  sua salute e sulla situazione, dopo il passaggio dell’uragano Matthew ha duramente devastato Haiti causando un migliaio di vittime. Una tragedia nella tragedia per un Paese in cui, dei circa 9 milioni di abitanti, l'80% già prima sopravviveva sotto la linea di povertà, con meno di un dollaro al giorno. Anche noi possiamo fare qualcosa per essere al loro fianco.
Recentemente è stata lanciato una raccolta di beni di prima necessità e donazioni economiche, per sostenere la popolazione duramente colpita.
Per chi volesse contribuire, il numeri sono IBAN IT22S0200801046000101096394 – Banca UNICREDIT – Filiale di TORINO VIA XX SETTEMBRE, oppure il conto corrente postale 70170733, entrambi intestati a MADIAN Orizzonti ONLUS con la causale : EMERGENZA JEREMIE HAITI
In questi casi, ogni tempestivo aiuto può fare molto ed essere vitale.

DEMANIO: DOPO IL CASTELLO DEGLI ACAJA RESTITUITO A FOSSANO, ANCORA APERTI I TERMINI PER LE RICHIESTE
Fossano_Reggi_Demanio
La recente riconsegna del Castello degli Acaja non è stata solo una occasione per la città di Fossano di riavere indietro il simbolo della propria città. E’ stata anche una importante occasione di incontro degli amministratori con il Direttore del Demanio Roberto Reggi, che è servito per ribadire come insieme agli amministrazioni locali dobbiamo valorizzare il patrimonio statale che non è più strategico a partire dalla cessione fino alla valorizzazione sociale innescando investimenti. Si tratta operazioni importanti per la qualità del territorio (e utili per contrastarne lo spreco) che richiedono un fortissimo legame con comunità locali e col privato, tra cui ovviamente anche le fondazioni bancarie. Nell’incontro, abbiamo ricordato agli amministratori che c’è ancora tempo fino al 31 dicembre 2016 per chiedere il trasferimento ordinario La possibilità su beni di valore storico o culturale (ovviamente con progetti più corposi) invece non ha vincoli temporali. Tutti i dettagli sono sul sito www.agenziademanio.it

GREENPARK: NUOVA SFIDA PER BALADIN E PER IL TERRITORIO
Baladin_Musso_Greenpark
Un progetto straordinario quello per “Open Garden”, che vuole essere il primo  parco dedicato alla birra artigianale, 70mila metri quadrati aperti a tutti perché la birra è comunità e - come dice anche Carlin Petrini - è terra! Con Teo Musso abbiamo brindato all’avvio della campagna di crowdfounding che durerà un mese. Se vi va, tutte le info le trovate qui [link]

CON LA CIA PER L’AGRICOLTURA DI MONTAGNA
Cia_agricoltura_montagna
Devo dire grazie alla CIA per l’invito all’interessante momento di approfondimento che ha organizzato in occasione della Fiera del Marrone a Cuneo. Abbiamo parlato delle prospettive del lavoro e dell’agricoltura nelle nostre terre, universalmente conosciute per due caratteristiche: la presenza imponente delle montagne e la vocazione agricola di qualità. Dalla loro unione deriva un ruolo determinante per la corretta gestione del paesaggio, per la conservazione della biodiversità, per il contrasto all'abbandono e soprattutto per lo sviluppo dell’economia locale. Ecco perché l'agricoltura in queste zone funziona come un innesco di processi di sviluppo più complessi, capaci di integrare altri settori economici, assicurando la vitalità della montagna.
SUCCESSO PER LA SERATA SUL REFERENDUM DI "TERRE ALTE PER IL SI'" CON MARINA SERENI
Referendum_Sereni_BorgoSD
Grande partecipazione per la serata sul referendum costituzionale, organizzata a Borgo San Dalmazzo dal Comitato “Terre Alte per il Sì” con la vicepresidente della Camera, Marina Sereni.
Gremita la sala della Biblioteca Anna Frank dove, dopo l’illustrazione puntuale della Riforma, si sono susseguiti molti interventi. Una occasione di approfondimento e di dialogo nel merito di cui c’era e c’è un gran bisogno, anche a Borgo.
Per questo, da qui al 4 dicembre, vogliamo che siano ancora molte le occasioni come questa. [leggi]

BRA: TRA I CITTADINI PER IL SI'
Bra_referendum
L’impegno per il Sì è continuato anche a Bra, dove grazie al comitato locale abbiamo avuto l’occasione di incontrare i cittadini. n queste settimane vediamo moltiplicarsi le occasioni di confronto e di discussione, nelle piazze, nelle strade, nelle sale comunali e delle associazioni: è un ottimo segnale di salute democratica del nostro Paese, un primo risultato positivo di questo referendum, a prescindere da cosa ognuno sceglierà nell'urna e di quale sarà il risultato finale.
In ogni caso, per noi, è votando sì che il Paese potrà fare un passo in avanti e migliorare sia la qualità della nostra democrazia che le condizioni di vita dei cittadini.
Per questo, la campagna prosegue strada per strada. 

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Come vi dicevo, prosegue su tutto il territorio la campagna per il Referendum costituzionale.
Tra i prossimi appuntamenti:
. venerdì 28 ottobre ore 21 a Margarita
. venerdì 4 novembre ore 21 a Busca
. venerdì 11 novembre ore 21 a Chiusa Pesio
. sabato 12 novembre ore 18.30 a Teramo
. giovedì 17 novembre ore 21 a Racconigi
. venerdì 18 novembre ore 21 a Caraglio
Per poter tenere un contatto più diretto con elettori, simpatizzanti o con chiunque abbia piacere di ricevere informazioni, presentare richieste o proposte, ho pensato di attivare un servizio di "sportello" presso la sede Pd di Cuneo, in via Fratelli Vaschetto 8 [vedi mappa], preferibilmente su appuntamento:
. sabato mattina dalle ore 9,00 alle ore 10,00
. lunedì dalle 8,30 alle 9,30, compatibilmente con i lavori della Camera dei Deputati, sarò presente personalmente al ricevimento.

Per ogni informazione, si può contattare il numero 391.1326700 (segreteria)
Sito
Sito
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
YouTube
YouTube
Email
Email

Gli indirizzi mail che ricevono questa newsletter fanno parte di contatti avuti in occasione di incontri, conferenze e da conoscenze personali. I dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Ai sensi dell'art. 130 del D.Lgs n. 196/2003, è possibile cancellarsi, inviando una mail a conchiaragribaudo@gmail.com con oggetto cancellazione da mailing list. 
Questa mailing list è legata all'attività dell' On. Chiara Gribaudo - Camera dei Deputati, Roma
conchiaragribaudo@gmail.com

Vuoi cancellarti dalla mailing list?






This email was sent to <<Indirizzo mail>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Chiara Gribaudo · Piazza Montecitorio · Roma, Lazio 00186 · Italy