Copy
Chiara Gribaudo newsletter settembre 2016
Care tutte, cari tutti,
si è da poco svolto il primo confronto tra Donald Trump e Hillary Clinton. La differenza si è vista non solo nello stile, ma naturalmente nella grande conoscenza dei dossier internazionali e di politica economica, espressa con autorevolezza, serietà e determinazione. Il voto è ancora lontano, ma in questa occasione ha iniziato a dimostrare di poter essere davvero - dopo la prima candidata donna - anche il primo presidente donna degli Stati Uniti.
Il dibattito ha seguito di qualche giorno l’ultimo discorso di Barack Obama di fronte all’Assemblea delle Nazioni Unite. Oltre all’interesse giornalistico, non possiamo dimenticare la rilevanza che il cambio di inquilino alla Casa Bianca avrà anche su uno scenario mondiale attraversato da profonde fratture.
Obama ha provato a lasciare davanti ai delegati ONU - e forse al suo successore - l’ultima impronta della sua presidenza. Lo ha fatto con alcuni messaggi forti. Tra questi, in primis la necessità di cambiare la globalizzazione: una affermazione non da poco per il leader di una superpotenza globale. Tra gli imperativi, colmare il gap tra ricchi e poveri, proprio per far funzionare meglio le economie. Ma anche di dire no ai nazionalismi e ai populismi, no al razzismo e all’intolleranza, fare di più per tutelare le minoranze (come quelle atterrite dall’Isis), aiutare chi scappa: “dobbiamo aprire i nostri cuori per accogliere i rifugiati nelle nostre case”.
"Un Paese circondato dai muri - ha aggiunto - imprigionerebbe sè stesso”. Il riferimento è al muro che Trump vorrebbe costruire con il Messico per bloccare i migranti. Ma noi non possiamo che trovare un’eco in quanto anche l’Italia sta dicendo, nelle sedi europee ed internazionali, di fronte al dramma dei migranti. Ha fatto bene il presidente del Consiglio Renzi a definirlo un discorso storico, contro la paura.
Otto anni fa, l’elezione a Presidente USA di un uomo nero di origini keniote, cresciuto per un po’ in Indonesia, fu un evento rivoluzionario per l’immaginario di tutti, impensabile solo qualche decennio prima.
Chissà. Forse, dopo l’8 novembre, le molte donne che ancora vengono considerate meno “adatte” a ruoli di responsabilità, nella politica come nel lavoro, potranno avere un esempio in più che, con preparazione e determinazione, il “soffitto di vetro” può essere infranto.
Chiara
PENSIONI: FIRMATO STORICO ACCORDO GOVERNO-SINDACATI
Firmato il verbale di accordo tra governo e sindacati sulle pensioni. E’ dai tempi del governo Prodi che non accadeva. E’ quindi un fatto molto positivo: un primo passo, ma un passo storico per ristabilire l’equità sociale. Le due fasi prospettate nel verbale segnano un percorso che porterà al definitivo superamento delle iniquità della riforma Fornero e introducono importanti novità per ridare dignità ai pensionati e dare prospettive ai più giovani. La prima fase troverà attuazione già nella prossima legge di bilancio, mentre la seconda vedrà un ulteriore confronto di merito. Si parla, nel complesso, di un pacchetto di 6 miliardi in tre anni con Anticipo pensionistico (Ape) sperimentale per due anni, quattordicesima e no tax area per i pensionati, per i lavoratori precoci in difficoltà l'assegno dopo 41 anni di contributi. Questa buona notizia premia la strada del dialogo. Il confronto con sindacati da domani continua ma la strada intrapresa è quella giusta: quella della difesa dei più deboli.

APPROVATA MOZIONE PER IL POPOLO YAZIDA
intervento Yazida
A maggio avevamo preso un impegno, con il popolo Yazida. Lo abbiamo mantenuto approvando la mozione che riconosce il genocidio ai loro danni e impegna il Governo ad agire nelle sedi internazionali. Alla Camera avevamo ascoltato dalle vive voci della loro delegazione, guidata dalla testimone diretta e ora inviata dell’ONU, l’appena 22enne Nadia Murad, come questo popolo da due anni viva perseguitato dall’Isis nel Kurdistan dell’Iraq. Migliaia di donne sono ancora nelle mani del sedicente Stato Islamico. Delle loro sofferenze, avevo raccontato nelle passate newsletter.
Sono intervenuta in aula per sostenere questo impegno di forte, di umanità e di coerenza. [leggi]

LAVORO OSS USURANTE: CALENDARIZZATA LA RISOLUZIONE 
Un’altro impegno che, come forse ricorderete, abbiamo preso è quello per riconoscere tra i lavori usuranti anche quelli svolti dagli operatori socio-sanitari (OSS). In questo caso, si tratta in particolare di donne che svolgono mansioni particolarmente dure, che richiedono continui sforzi fisici, producono forte stress psicologico, necessitano di forza fisica, concentrazione mentale, prontezza di riflessi, adattamento al continuo cambio dei turni e all’orario notturno. La risoluzione che abbiamo scritto per chiedere un riconoscimento in termini previdenziali, ora è stata calendarizzata in commissione alla Camera: si tratta di un primo passo positivo che, speriamo, possa condurre presto all’approvazione.

PICCOLI COMUNI: UNANIMITA’ SULLA LEGGE
piccoli comuni
La Camera ha approvato la legge per i comuni sotto i 5000 abitanti. Con un importante lavoro di tutti, il provvedimento è passato in aula all’unanimità. Un’opportunità per tutto il Paese per un’idea di sviluppo che punta sui territori e sulle comunità, coniugando storia, cultura e saperi tradizionali con l’innovazione, le nuove  tecnologie e la green economy. Per approfondire abbiamo preparato un dossier. [leggi]

APPROVATO PRIMO TESTO UNICO DELLA VITE E DEL VINO
Da anni il mondo vitivinicolo chiedeva un intervento armonico e complessivo nel settore, visto il grande accumulo negli anni di  norme nazionali e comunitarie. Un lavoro non semplice, visto che quelle norme spesso significano anche tutele, sia del prodotto (e quindi della filiera) che dei consumatori. Alcuni tentativi erano stati fatti, ma nessuno era andato a buon fine. Ora, è arrivata l'approvazione della Camera e il provvedimento passa al Senato per il sì definitivo. Questo importantissimo settore, tra le bandiere migliori del Made in Italy, potrà contare su un Testo Unico che nasce per dare risposta alle necessità manifestate dai produttori e, al contempo, per assicurare sempre meglio la qualità, la salubrità e la riconoscibilità del prodotto per i consumatori. [leggi]

IN ARRIVO IL JOBS ACT AUTONOMI
Il provvedimento per i lavoratori autonomi, sta concludendo l’iter iniziato in Senato. Dopodiché presto sarà alla Camera. Ovviamente, aspettiamo di vedere il testo definitivo licenziato da Palazzo Madama, ma credo che sarà importante continuare anche a Montecitorio la limatura del testo e il confronto con le associazioni rappresentative di questo mondo. Obiettivo: migliorare ulteriormente le norme, perché siano davvero rispondenti alle necessità e aumentino concretamente tutele.Questo lavoro, necessariamente, dovrà incrociarsi con il percorso della legge di Bilancio nella quale è confermato che ci saranno importanti interventi sul piano fiscale. [leggi]
E' confermato che il referendum costituzionale sarà il prossimo 4 dicembre. A partire da questo numero della newsletter, vorrei dedicare una piccola finestra a consigli di lettura ed approfondimenti. 

"TERRE ALTE PER IL Sì": UNA RIFLESSIONE SU L'UNITA'
articolo l'Unità
Insieme ai ragazzi del Comitato delle Terre Alte, abbiamo scritto un contributo alla discussione che è stato pubblicato su l'Unità. Ci auguriamo infatti che la peculiarità di questo lavoro possa essere d'ispirazione anche per altri. In attesa dei prossimi eventi che il Comitato ha in programmazione sul territorio per sostenere il Sì alla riforma, ve ne consiglio la lettura. [leggi]

RIFLESSIONE DELL'ECONOMISTA FITOUSSI
articolo Fitoussi
Ecco un altro spunto che mi è parso interessante ed attuale, da parte di un osservatore non solo con grande competenza economica, ma soprattutto dallo sguardo europeo. Volentieri lo condivido. [leggi]
Questa volta ci addentriamo nel centro di Bra: Maurizio Tibaldi e la sua libreria Il Crocicchio. [leggi]
Maurizio Tibaldi
Elena Ferrante storie
ELENA FERRANTE
STORIA DI CHI FUGGE E DI CHI RESTA
ROBERTO REGGI (DIRETTORE DEMANIO) A FOSSANO: SEMINARIO SUL FEDERALISMO DEMANIALE
Reggi_demanio
Giovedì 29 settembre il Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi sarà a Fossano per la riconsegna del Castello degli Acaja alla città. Ho voluto, insieme al Pd, approfittare della sua presenza in provincia per organizzare un seminario di approfondimento sul federalismo demaniale, tema di grande attualità anche per il nostro territorio, una risorsa preziosa per le amministrazioni e i cittadini. L’appuntamento, alle 17.30 nella sala di Palazzo Burgos [vedi mappa] è dedicato non solo ad amministratori, dirigenti e personale tecnico amministrativo, ma aperta a tutti.

MATTEO RENZI A CUNEO: GRANDE SUCCESSO DI TUTTI
La visita del Presidente del Consiglio in provincia di Cuneo è stata un successo. Lo è stata soprattutto grazie all’eccellenza delle nostre amministrazioni, delle nostre imprese e della nostra cultura. Lo si è visto alla scuola di Bagnolo, dove il premier ha annunciato l’importante sblocco del patto di stabilità per gli interventi sulle scuole. E lo si è visto nelle importanti realtà di impresa e di lavoro, tra i simboli più riconosciuti Made in Italy e orgoglio del nostro territorio: dalla Venchi, alla Granda, rappresentative dell’alimentare, alla Merlo, per la meccanica avanzata. [Guarda la gallery]
Attilio Martino_Anpi
Per me, i due momenti più emozionanti sono stati l’incontro con i ragazzi disabili di "Special Olympics - Amico Sport" e l’intervento del Presidente onorario dell’ANPI ed ex senatore, Attilio Martino, a cui volentieri ho lasciato l’introduzione e che ha parlato al Toselli gremito con semplicità e nettezza. L’abbraccio finale tra i due “presidenti”, è il migliore esempio di quello spirito di collaborazione, fiducia e di rispetto, tra ruoli e tra generazioni, che da tutte le parti dobbiamo ricucire e rilanciare. 
Grazie quindi a chi ha reso questa occasione possibile. Ma soprattutto, grazie a chi non solo per un giorno, ma ogni giorno in questo territorio onora le proprie radici prendendo il coraggio sulle spalle, aiutando a costruire - nella vita, nel lavoro, nella politica locale e nella solidarietà - per tutti un futuro migliore.
amicosport+Renzi

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SUL PRESENTE E SUL FUTURO DELL’ALSTOM
All’Alstom, in particolare di Savigliano, le nuove commesse per i treni regionali avevano in qualche modo dato una risposta alle richieste dell’azienda di programmi di ammodernamento del materiale rotabile in Italia, giustificando l’investimento sul territorio. Recentemente, c’è stata una presa di posizione dell’azienda che sostiene di “non essere tenuta a sviluppare la commessa in Italia”. Una presa di posizione che preoccupa e a cui si sommano gli ultimi trasferimenti decisi per 16 lavoratori del magazzino Tls di Savigliano, che dal 3 ottobre saranno in forze allo stabilimento di Sesto San Giovanni. Lavoratori e sigle sindacali esprimono timori che ciò preluda alla delocalizzazione della produzione dei reni regionali e Smart Coradia (di cui pare che lo stabilimento saviglianese si occuperà solo del 40% del processo produttivo) in siti europei col costo del lavoro più basso, come la Polonia. Col collega Taricco abbiamo interrogato i ministeri competenti per chiedere quali azioni intendano intraprendere per salvaguardare il futuro di una realtà produttiva di alta specializzazione, come l’Alstom Ferroviaria di Savigliano, e se non ritengano necessario attivare uno specifico tavolo tra le parti sociali e le aziende coinvolte, al fine di individuare soluzioni per salvaguardare le eccellenze lavorative italiane e i numerosi posti di lavoro a rischio.

VENASCA: APRE LA “APEA”, UN’AVANGUARDIA IN REGIONE E NON SOLO
Venasca
A Venasca, la “montagna” stavolta è stata d’esempio per la “pianura”. Si è si è saputo prendere una risorsa inutilizzata, come un’area industriale dismessa, e recuperarla: da luogo di abbandono e di degrado a luogo di innovazione ed opportunità, in chiave sostenibile. E’ l’“Apea” (Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata) che abbiamo inaugurato insieme all’amministrazione, ai rappresentanti del mondo economico e al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino. Il sito è infatti uno dei primi in Italia e in regione. Complimenti quindi al sindaco Silvano Dovetta e a tutta l’amministrazione, che ha lavorato tenacemente per questo risultato. In bocca al lupo alle prime due realtà imprenditoriali che hanno creduto in questa forma di collaborazione e che per prime si insedieranno (sono la Seris s.r.l., che opera in campo erboristico e farmaceutico, e la Proppy Gel s.r.l., che lavora e trasforma prodotti ortofrutticoli). 

73° ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI BOVES
Boves_eccidio
Come sempre toccante è stata la commemorazione dell’eccidio di Boves, giunta al 73° anniversario. Quest’anno, l’occasione è stata ancor più arricchita dal restauro condotto sul Monumento ai Partigiani in piazza Caduti (a fianco, si sono aggiunti due nuovi mosaici realizzati dai detenuti del carcere di Cuneo). Come ha detto il presidente della Regione Chiamparino, che quest’anno ha tenuto l’orazione ufficiale, Boves è una città fondamentale nella lotta di Liberazione. Per noi, cresciuti qui con i racconti di chi c’era, è un vero e proprio simbolo della brutalità vissuta dai paesi sotto l’occupazione nazi-fascista. Momenti come questo, proprio per la loro capacità di rinnovarsi, essere sempre attuali e partecipati oltre la retorica, dimostrano l’attaccamento delle nostre comunità alla Memoria comune. Una memoria da continuare a tramandare alle future generazioni. Perché fatti simili non si ripetano mai più.
Anohni Hopelessness
ANOHNI
HOPELESSNESS
Per poter tenere un contatto più diretto con elettori, simpatizzanti o con chiunque abbia piacere di ricevere informazioni, presentare richieste o proposte, ho pensato di attivare un servizio di "sportello" presso la sede Pd di Cuneo, in via Fratelli Vaschetto 8 [vedi mappa], preferibilmente su appuntamento:
. sabato mattina dalle ore 9,00 alle ore 10,00
. lunedì dalle 8,30 alle 9,30, compatibilmente con i lavori della Camera dei Deputati, sarò presente personalmente al ricevimento.

Per ogni informazione, si può contattare il numero 391.1326700 (segreteria)
Sito
Sito
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
YouTube
YouTube
Email
Email

Gli indirizzi mail che ricevono questa newsletter fanno parte di contatti avuti in occasione di incontri, conferenze e da conoscenze personali. I dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi. Ai sensi dell'art. 130 del D.Lgs n. 196/2003, è possibile cancellarsi, inviando una mail a conchiaragribaudo@gmail.com con oggetto cancellazione da mailing list. 
Questa mailing list è legata all'attività dell' On. Chiara Gribaudo - Camera dei Deputati, Roma
conchiaragribaudo@gmail.com

Vuoi cancellarti dalla mailing list?






This email was sent to <<Indirizzo mail>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Chiara Gribaudo · Piazza Montecitorio · Roma, Lazio 00186 · Italy