Notiziario con le novità di Copac per clienti e soci

Notiziario del 3 marzo 2014

Contenuto del notiziario
Arance solidali
Gli amidi in cottura
Le prenotazioni
Le offerte speciali
Il tè



 

Arance solidali

venerdì abbiamo potuto ricevere un nuovo carico di arance dall'azienda Somma di Paternò (CT)  che come ricordate nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 gennaio, è stata oggetto di un incendio doloso che ha distrutto completamente l'azienda. Quindi non occorre prenotare, basta passare in negozio a ritirarle. Se non avete tempo subito, fate una telefonata  ( vedi sotto come prenotare) in modo che le riserviamo a vostro nome, ma fatelo subito per essere certi di averle. 
Francesca ci comunica che la fase della raccolta è in via di esaurimento, si passerà ora alla fase due, che significa pensare alla ricostruzione, vi terremo informati di ogni novità.
Per ora, ci stiamo godendo le arance, oltre che spremerle e mangiarle si potrebbe conservarle per trasformarle in una goloseria: sono biologiche e quindi si può usare anche la scorza,  ecco la ricetta facile per una sfiziosa marmellata di arance:
INGREDIENTI
1 kg. di arance 
600 gr. di zucchero di canna


Lavate bene le arance e bucate la buccia in diversi punti con una forchetta, non si deve arrivare all'interno ma stare nella parte bianca, e metterle a bagno in un grosso recipiente pieno di acqua per tre o quatto giorni, cambiando l'acqua almeno due volte al giorno.marmellata di arance
Questa operazione è necessaria per togliere il gusto amaro che ha la pellicina bianca che sta all'interno della buccia.
Terminata la purificazione, tagliate l'arancia a metà e poi fate delle fette sottili con tutta la buccia; è bene usare un coltello molto affilato e riutilizzare il succo che dovesse uscire dalla operazione. Aggiungete lo zucchero in proporzione al peso delle arance. Mettete sul fuoco a fiamma bassa e mescolate. Quando comincia a bollire potete verificare il grado di cottura prendendo un po' di liquido e versandolo su un piattino: quando vediamo che si rapprende è cotta. Indicativamente la cottura dovrebbe durare un quarto d'ora.
La prova piattino serve per verificare la densità a temperatura ambiente, quindi si consiglia di usare un piattino freddo di frigorifero, in modo che il succo si raffreddi velocemente.
Quanto alla quantità di zucchero, si può anche usarne meno di quanto indicato, potete fare delle prove a vostro gusto. Lo zucchero funziona da conservante e quindi se ne mettete di meno prevedete di consumare prima.
Travasate la vostra marmellata nel vasetto, alternando il liquido alle fette di arancia, riempite bene e chiudete. Quando si sarà raffreddato, si farà il vuoto per la condensazione del vapore che riempie la parte superiore come vedrete dal coperchio incurvato. Alcuni per maggior sicurezza, in questa fase capovolgono il vasetto.

Quando deciderete di assaggiare la vostra marmellata, le fette di arancia che troverete nel vasetto vi ripagheranno ampiamente del vostro lavoro: la combinazione del dolce frutto e degli gli aromi spigionati dalla buccia sono una sensazione speciale.

E' davvero un peccato gettare nell'umido le bucce di arance biologiche, ecco quindi un'idea per conservarle e riutilizzarle:
Usando un pelapatate togliete la parte colorata, curando di lasciare il bianco. Fate seccare le scorze su un calorifero o in forno ventilato a bassa temperatura ( 50 gradi per qualche ora). Una volta secche le potete tritare e conservare per le vostre torte. 

Un altro modo di usare le bucce lo potete trovare in questo famoso sito di ricette: come fare le scorzette candite.

 

Gli amidi in cottura

L'amido viene immagazzinato dalle piante come riserva di energia. In alcune piante l'amido è formato da piccoli granuli. A seconda della pianta, varia la percentuale di amilosio e di amilopectina che sono i carboidrati che formano l'amido, e quindi varia il comportamento. Se versiamo l'amido in acqua fredda  si scioglie con difficoltà perché i componenti dell'amido sono compatti, ma quando cominciamo a scaldare il liquido nel quale abbiamo messo dell'amido, come succede quando facciamo cuocere il nostro riso, i granuli di amido cominciano a gonfiarsi, e superando la temperatura di circa 60 °C, fondono. amidoLe molecole di amilosio e amilopectina, che prima erano ben impaccate, cominciano ad allontanarsi e permettono al'acqua di penetrare nel granulo di amido. I granuli d'amido, possono assorbire una grande quantità di acqua, e per questo motivo, l'amido è usato in cucina per addensare, ad esempio le salse.  Pensate che un granulo di amido di patata, può gonfiarsi di acqua fino a cento volte il volume originario senza scoppiare. Oltre questo limite i granuli scoppiano disperdendo nel liquido le molecole componenti. La struttura composta di amido integro ma gonfio di acqua diventa viscosa. Se ora proviamo a raffreddare questo liquido di amido raddensato, non riusciamo più a ritornare al liquido originario, ma le molecole di acqua rimangono intrappolate nell'amilosio, che assume una struttura elicoidale per trattenerla, e il composto sembra asciutto, assumendo l'aspetto di una gelatina solidificata. Un esempio di questo comportamento lo abbiamo quando prepariamo un budino: se guardate negli ingredienti, troverete una parte di farina o meglio di amido, il resto sono ovviamente gli ingredienti che danno il gusto al preparato. 
 

Le prenotazioni

Il pane del forno BIOPAN arriva regolarmente al martedì mattina, si prenota entro il venerdì precedente.

Il pane del forno IrisMargherita arriva tutte le settimane il venerdì mattina. Per essere certi di avere la vostra pezzatura prenotate in negozio o telefonando. Per conoscere le varie tipologie di pane trovate qui l'elenco. Si prenota entro il venerdì della settimana precedente.

Le carni bianche di Noi e la Natura, polli allevati all'aperto, si possono prenotare fino al 14 marzo e arriveranno il martedì seguente 18 marzo. Scaricate da qui il listino.

Le carni rosse del Consorzio Valtaro   già prenotate arrivano in settimana, sarete avvertiti per sms quando disponibili. 
Sono già aperte comunque le prenotazioni per il prossimo arrivo, che continueranno fino al 14 marzo mentre la consegna  è prevista per l'inizio di aprile in quanto la carne rossa richiede un periodo di frollatura di almeno due settimane. Questi sono i tagli che si possono richiedere.

 

Regole per prenotare

Le prenotazioni si fanno scrivendo a prenota@varesebio.it o telefonando al numero 0332 332927, ricordatevi di indicare oltre all'articolo che desiderate, il vostro nome e cognome e il numero di telefono, possibilmente cellulare, così potremo avvertirvi quando i prodotti sono disponibili.
Telefonate pure, per chiarimenti o per avere notizie delle vostre prenotazioni.
 

Le offerte

Sono arrivate le mele bio dell'azienda agricola piemontese Borghino: Gold Rush, Topaz e Dalinette.


Torna la SPECIALE OFFERTA PER ACQUISTO A CASSETTA DELE MELE Bio GOLD RUSH Azienda agricola Borghino

SPECIALE PER I SOCI
CASSETTA 10 KG € 18.00

20€ PER I NON SOCI

Ultima settimana per le promozioni:
Baule Volante
Sciroppo di agave squeeze 500 gr. 5,57€ invece di 6,18€ sc. 10%
Crema di zucca 50 gr. 1,16€ invece di 1,40€ sc. 15%
Isolabio
Calcium Cacao in brick 3x200gr. 2,31€ invece di 2,89€ sc 20%
Achillea
Succomio Mirtillo 2x200ml. 3,53€ invece di 4,15€ sc. 15%
Bernardi
Yogurt intero 2x125gr. 1,41€ invece di 1,57€ sc. 10%
Yogurt cereali tostati 2x125gr. 1,65€ invece di 1,83€ 10%
Barnhouse
Granola cioccolato fondente e nocciola gr. 375 3,19€ invece di 3,75€ sc. 15%
Alce Nero
Aceto balsamico di Modena 250ml. 2,51€ invece di 2,95€ sc. 15%
Frollino Yogurt e miele 250 gr. 2,93€ invece di 3,45€ sc. 15%
Cerealterra
Condipasta ai carciofi 120 gr. 3,24€ invece di 3,60€ sc. 10%
La finestra sul cielo
Malto d'Orzo 900 gr. 4.99€ invece di 6,23€
Bevanda di avena al cacao 2.32€ invece di 2,90€
Bevanda Quinoa e Riso 750 ml. 2.04€ invece di 2,55€
Shoyu 250 ml. 3.15€ invece di 3,70€
Shoyu 500 ml 5.19€ invece di 6,10€
Crostatina farro bio senza lievito 6x33 gr. 3.04 € invece di 3,80€
Biscotti di Kamut senza lievito 375 gr. 4.32€ invece di 5,40€
Biscotti di Farro senza lievito 350 gr. 4.32€ invece di 5,40€
Fagioli neri pronti lattina 400 gr. 0.85€ invece di 0,95€
Fagioli bianchi di Spagna pronti 400 gr. 0.85 € invece di 0,95€
Croissant grano duro Cappelli 40 gr. 0.99€ invece di 1,10€
Croissant Cappelli albicocca 50 gr. 1.13 € invece di 1,25€
Croccante alle nocciole 30 gr. 0.93€ invece di 1,09€
Girolomoni
Olio extra vergine oliva bio 750 ml. 7.00€ invece di 7,75€
La Forneria
Sfogliatelle Zenzero 500 gr. 5.08€ invece di 5,65
Sfogliatelle integrali 500 gr 4.85€ invece di 5,4
Sfogliatelle Farro 500 gr. 6.35€ invece di 7,05
De Rit
Chocoreale Nocciola gr.350 5.65€ invece di 6,65
Chocoreale CHOCO 350 gr. 4.68€ invece di 5,5
Chocoreale DARK 350 gr. 4.99€ invece di 5,9

Le promozioni si intendono valide salvo esaurimento della merce disponibile  
 
 

Il tè

Il tè è una bevanda preparata mettendo in infusione le foglie dell'albero Camellia sinensis, originario dell'Asia e della Cina meridionale. Il tè tradizionalmente conosciuto in occidente è il "tè nero" che è stato concepito nell'ottocento espressamente per l'esportazione e corrisponde per quantità ai tre quarti del mercato. La provenienza originale è stata la Cina, ma la coltivazione è stata poi estesa ad altre regioni del sud-est asiatico, in Giappone  e in India. 
Una foglia fresca della pianta del tè non è molto attraente al gusto: come per molte piante lo scopo è di rendere le proprie foglie disgustose per il consumo degli animali. Le molecole aromatiche sono sigillate in una combinazione non volatile. La lavorazione ha quindi il compito di favorire la liberazione degli enzimi in molecole aromatiche.
La trasformazione, che viene chiamata "fermentazione" rende disponibili gli aromi e toglie l'amaro e l'astringenza. Il termine fermentazione, non è esatto perché non impiega microrganismi, ma si tratta di una trasformazione condotta dagli enzimi. 
Semplificando, dopo la raccolta che è limitata alle foglie nuove e più tenere, si ha l'appassimento. Segue una azione meccanica di rollatura, che fa uscire i fluidi dalle cellule della foglia, può iniziare l'azione degli enzimi e qui si ha la produzione del profumo e del sapore. Questa fase che come detto si chiama fermentazione viene interrotta con il riscaldamento, che ne blocca l'azione e seccando le foglie le preserva nel tempo. Segue una selezione per dimensione.

La maggior parte dei tè consumati nel mondo ricadono in queste categorie:
Tè verde: preserva gran parte delle qualità originali della foglia, non si ha la fase di fermentazione, ma una cottura, spesso a vapore che preserva il colore verde della foglia e inattiva gli enzimi.
Tè nero: le foglie subiscono una profonda fermentazione seguita da una essiccazione a circa 100 gradi che le secca fino a che diventano nere.

Uno dei nostri fornitori è CTM Altromercato, che come già visto per il caffè, opera nel commercio Equo e Solidale, ovvero acquista dai produttori, pagando un prezzo prestabilito e indipendente dalle fluttuazioni del mercato, in modo da sostenere le comunità agricole e favorirne lo sviluppo.

teneroTè nero Di grado BOPF (Broken Orange Pekoe Fannings), è ottenuto con le foglie spezzate (dette Broken), scelte tra quelle lunghe ed appuntite raccolte tardivamente quando si schiudono i germogli (chiamate appunto Orange Pekoe). Dopo la selezione, esse sono lasciate appassire e fermentare completamente fino a raggiungere il colore brunito, da cui deriva il nome di tè nero. Con la setacciatura, infine, si ottengono i frammenti (Fannings) contenuti nei filtri.
Di colore dorato intenso e sapore deciso, questo tè è indicato per la prima colazione.

Tè Nero Earl Grey Bio Altromercato cresce sugli altipiani dello Sri Lanka centrale, nella regione di Kandy, ad un’altitudine compresa tra i 600 e i 1.200 metri e per questo si può definire di tipologia Midgrown.
Di colore rossiccio e gradevole sapore di bergamotto, questo tè è ideale da degustare dopo i pasti.
telemon
 
Tè nero lemon-honey, cioè aromatizzato al limone e miele, è di varietà Chun mee, ed è originario dello Sri Lanka dove viene coltivato a 1.200 metri di altitudine, nelle piantagioni di Idulgashena: si può quindi definire high grown, cioè coltivato in altitudine, caratteristica che gli conferisce ottima qualità.
Trattandosi di un tè nero, ha un maggior contenuto di teina rispetto a quello verde. 
Si può comunque sorseggiare durante tutto l'arco della giornata: dapprima risalta la fragranza del miele, successivamente giunge al palato il retrogusto di limone, che lascia una piacevole sensazione di freschezza.
La raccolta, la lavorazione e il confezionamento sono svolti con metodi naturali e manualmente ad opera delle donne della regione.

Tè verde Green Fannings Altromercato è originario dell'isola di Ceylon, dove viene coltivato con metodi biologici ad un'altitudine tra i 600 e i 1.200 metri.
Dopo la raccolta e la selezione, le foglie di  tè verde sono lasciate appassire, ma non fermentare come avviene per il tè nero. In tal modo, la clorofilla presente nelle foglie non viene alterata e il tè conserva così il suo caratteristico colore verde scuro e il suo naturale contenuto di polifenoli, dalle note proprietà antiossidanti. Con la setacciatura, infine, si ottengono i frammenti (Green Fannings) contenuti nei filtri.
Di colore giallo chiaro, questo tè ha profumo aromatico e delicato sapore erbaceo.

Tè verde in foglie Altromercato è originario dell'isola di Ceylon, dove viene coltivato con metodi biologici ad un'altitudine tra i 600 e i 1.200 metri.teverdefoglie

Dopo la raccolta e la selezione, le foglie di  tè verde sono lasciate appassire, ma non fermentare come avviene per il tè nero. In tal modo, la clorofilla presente nelle foglie non viene alterata e il tè conserva così il suo caratteristico colore verde scuro e il suo naturale contenuto di polifenoli, dalle note proprietà antiossidanti.
Di colore giallo paglierino, profumo aromatico e sapore lievemente amaro, questo tè va gustato senza l'aggiunta di latte, zucchero o limone.
 
Copyright © 2014 COPAC, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp