Notiziario Copac, aggiornamento sulle novità per clienti e soci
Copac biologico a Varese dal 1980

Notiziario del 4 novembre 2013

Detersivi, più bianco non è più pulito.

 
Per chi ha attenzione alla salute e all'ambiente, preoccupazione comune a tutti i soci di Copac, l'affermazione del titolo è ovvia, senza conoscenze più approfondite, siamo in balia dei produttori senza scrupoli che rivestono i loro barattoli non rispettosi dell'ambiente e contenenti sostanze nocive, con immagini di natura, di pulito e risparmio di fatica.
Cercheremo di semplificare un argomento complesso, andando per gradi, in modo da definire gli argomenti di base, che ci servono quando facciamo le nostre scelte.
Come nel caso degli alimenti, anche nei prodotti per la pulizia è essenziale la conoscenza, perché solo con essa possiamo fare scelte consapevoli, senza di essa scegliamo in base alla marca al prezzo e alla forma della confezione.

La pubblicità ci racconta la nostra casa come un luogo di perfezione, lucida e brillante, senza batteri, pulito che si ottiene con minimo sforzo aiutati da "genii della pulizia". Non ci raccontano quanti residui potenzialmente nocivi e allergeni restano su pavimenti, biancheria ed oggetti, ma soprattutto non ci raccontano dei mari eutrofizzati dalle alghe che si nutrono del fosforo dei detersivi e la vita acquatica di fiumi e laghi che viene decimata.

La legge impone che sulla confezione di detersivi e cosmetici, sia presente una etichetta con l'elenco dei componenti in formato INCI ( International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) che usa termini univoci a livello europeo per indicare i componenti utilizzabili in Europa. Purtroppo non sono indicate le quantità e inoltre la lettura di questi codici è piuttosto ostica, come può testimoniare chi ci ha provato. Per semplificare cominciamo individuando i gruppi principali di componenti.

I componenti principali sono tensioattivi, che devono essere di origine vegetale ( olio di palma, olio di cocco, olio di oliva ecc.. ) e non dal petrolio ( riconoscibile perché il termine che li indica finisce per -eth). Ci sono poi gli anticalcare che servono ad aumentare il potere lavante, da evitare quelli denominati EDTA. Ci sono poi i profumi che possono essere allergenici. I coloranti hanno solo funzione psicologica e gli enzimi sono necessari per aumentare l'efficacia del detersivo. Da ultimo il Bitrex che è una sostanza sintetica amarissima che serve per impedire la ingestione accidentale. Gli ammorbidenti creano una specie di pellicola che toglie l'effetto ruvido, da evitare i siliconi.
Le confezioni dei detersivi vanno poi riciclate, è quindi utile la possibilità di riusarle più volte ricaricandole con il prodotto sfuso.
 
Volendo evitare di perdere la testa dietro sigle incomprensibili, ci sono due soluzioni, la prima è di conoscere direttamente il produttore e la seconda di cercare un marchio che garantisce i prodotti bio ecologici per la pulizia della casa, come Ecolabel, "Detergenza pulita Aiab" , "Ecobio detergenza ICEA".




Officina Naturae

Officina Naturae propone prodotti ecocompatibili, di provata efficacia ed elevata qualità, usando ingredienti derivati da materie prime di origine vegetale o minerale, non utilizzando materie prime di origine petrolchimica o animale o sostanze di sintesi con azione nociva; le materie prime provengono da agricoltura biologica e da paesi con progetti attivi di sostegno del commercio equo solidale.
detersivoTroviamo detersivi per bucato a mano e in lavatrice, per lavastoviglie, detersivo concentrato per piatti, detersivo universale per tutte le superfici e sapone Marsiglia. I detersivi liquidi sono disponibili in confezioni da un litro e in taniche da 5 litri. Per un ulteriore risparmio è possibile venire in Copac e ricaricare il contenitore del detersivo, quando vuoto, da taniche presenti in negozio, garantendosi un significativo risparmio. Provate voi stessi a fare il confronto.
Per chi volesse trovare documenti di approfondimento può approfittare delle guide che si possono scaricare.



 


Da non perdere

 

Le offerte di novembre

Prodotti scontati 15 o 20% per tutto il mese

PROVAMEL:  Yofu ai frutti di bosco , Yofu arancia rossa, Soya cusine, Soya drink choco 1 lt.
 
FONTE DELLA VITA: Tofumini al verde, crema di tofu al tonno, Tempeh burger, Hamburgella tofu e seitan, bocconcini tofu risi e bisi, Tofu al curry, Tofu alle olive nere
 
ARTIGIANA AMADORI: Pesto genovese fresco senza aglio
 
SIAS: Pecorino montiferru
 
FIORETTO DI RISO: fioretto di riso spalmabile

FITFOO: Biosmile pepe, Biosmile curry
 
VEGGITUDE: cordon Bleu vegetariani
 
SOBBEK: budino al cioccolato

SOYALAB: Tofu affumicato

SPIGHE & SPIGHE: Biscotti Orosendo

KI: Slurp crema nocciole cacao, Piadina sfogliata di farro, Soft crock all'olio E.V.O.

ORGANIC: Fagioli borlotti in latta
 
LE PALUDIER: Sale atlantico grigio fine

 HOLENAARTJE: Cialde alle nocciole
 
 

 

Prenotazioni

Carni bianche

Sono gli ultimi giorni, occorre prenotare entro venerdì prossimo 8 novembre. Come al solito la carne arriva dalla fattoria di "Noi e la Natura", dove gli animali sono allevati a terra liberi di muoversi tra gli alberi con intorno siepi e luoghi di sosta e rifugio per volatili ed insetti che aiutano nella lotta contro i parassiti. Per maggiori notizie rimando al sito della fattoria.
Il listino prezzi dettagliato lo trovate qui.

Carni rosse: per venire incontro alle necessità di nuclei famigliari piccoli o per chi consuma poca carne, stiamo definendo i particolari con un consorzio di allevatori biologici per poter ordinare piccole quantità, anche con la scelta dei tagli. La prossima settimana vi daremo notizie più precise, gli impazienti possono chiedere in negozio.

Regole per prenotare

Le prenotazioni si fanno scrivendo a prenota@varesebio.it o telefonando al numero 0332 332927, ricordatevi di indicare oltre all'articolo che desiderate, il vostro nome e cognome e il numero di telefono, possibilmente cellulare, così potremo avvertirvi quando i prodotti sono disponibili.
 

 

 

Copyright © 2013 COPAC, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp