Notiziario con le novità di Copac per clienti e soci

Notiziario del 14 gennaio 2014

Contenuto del notiziario
Frutta e verdura come evitare l'annerimento
Le prenotazioni
Le offerte speciali
Le ricette
Gli incontri


 

Come evitare l'annerimento di frutta e verdura

E' esperienza comune che la superficie tagliata di frutta e verdura si annerisca rapidamente. Il consiglio che viene dato in questo caso è di cospargere la parte esposta con succo di limone. Per provare questa regola, tagliamo in due una mela e lasciamo esposte all'aria le due parti, la prima la lasciamo così, mentre sull'altra spremiamo alcune gocce di limone. Dopo qualche decina di minuti vedremo la superficie della prima diventata più scura, mentre la seconda rimane fresca come appena tagliata. Si spiega quindi la ricetta della macedonia, che prevede come ingrediente l'uso del succo di limone. 
Il comportamento non è però dovuto alla acidità del succo di limone, quindi all'acido citrico, ma alla presenza dell'acido ascorbico o vitamina C che è un potente antiossidante: l'annerimento è quindi un fenomeno legato alla presenza dell'ossigeno contenuto nell'aria. Sotto vuoto o in atmosfera priva di ossigeno, anche la prima metà della mela non si sarebbe scurita.
I vegetali anneriscono per la presenza di enzimi chiamati polifenolo ossidasi che in presenza di ossigeno generano dei pigmenti bruni della famiglia della melanina. Si tratta quindi di un meccanismo dei vegetali per proteggersi da eventuali danneggiatori. Il vegetale non danneggiato è protetto da membrane.
L'annerimento di frutta e verdura viene rallentato con la refrigerazione, che però non lo blocca del tutto, e con la pastorizzazione che però non si può usare sulla frutta perché ne degrada la consistenza e il colore.
 

Le prenotazioni

Il pane del forno BIOPAN arriva regolarmente al martedì mattina

Il pane del forno IrisMargherita arriva tutte le settimane il venerdì mattina. Per essere certi di avere la vostra pezzatura prenotate in negozio o telefonando. Per conoscere le varie tipologie di pane trovate qui l'elenco.

Le carni bianche di Noi e la Natura si possono prenotare fino al 17 gennaio e arriveranno il martedì seguente 21 gennaio . Scaricate da qui il listino.
Faremo una consegna mensile in modo da dare più regolarità alle prenotazioni. 

Le carni rosse del Consorzio Valtaro si prenotano fino al 17 gennaio e la consegna  è prevista per il 6 febbraio in quanto la carne rossa richiede un periodo di frollatura di almeno due settimane. Questi sono i tagli che si possono richiedere. Anche per questo fornitore ci sarà una consegna tutti i mesi.
 

Regole per prenotare

Le prenotazioni si fanno scrivendo a prenota@varesebio.it o telefonando al numero 0332 332927, ricordatevi di indicare oltre all'articolo che desiderate, il vostro nome e cognome e il numero di telefono, possibilmente cellulare, così potremo avvertirvi quando i prodotti sono disponibili.
Telefonate pure, per chiarimenti o per avere notizie delle vostre prenotazioni.
 

Le offerte

Continuano le promozioni:

Salsa Tahin Sunita ( crema di sesamo) 680 gr. 8,62€ invece di 10,5    
Salsa Tahin Sunita ( crema di sesamo) 340 gr. 4,79€ invece di 5,75  

Malto di riso la Finestra sul Cielo  900gr.        5,22€ invece di 6,80    


Bifun Spaghettini di riso 150 gr.             3,89€ invece di 4,80   




Prodotti Gino Girolomoni
pasta integrale           gr 500 ( nei formati spaghetti fusilli, penne)  0,97€ invece di    1,16              
passata di pomodoro gr 700        1,49€ invece di    1,72  
sugo puttanesca        gr 300         1,95€          
sugo al basilico        
 gr 300         1,89 invece di 2,10€      

Frutti del Sole
Fior di Sale  vasetto  gr 250           4,76€ invece di 5,95€

        
Il Fior di Sale

Piccoli cristalli piramidali di sale, di colore bianco, gusto armonico, ricco e pieno, mai eccessivamente salato, che completa le pietanze.
Proveniente dall’estrazione nelle Saline della “Riserva Naturale Isole dello Stagnone” di Marsala-Trapani. Le Saline di Marsala sono una delle più grandi attrazioni della Sicilia. Un ambiente dove la simbiosi tra il mare, il sole, il vento e il lavoro manuale dei salinai, che si ripete immutato da oltre 700 anni, ha creato il tipico paesaggio salinaio. Un ambiente popolato di specie protette, diventato oggi Parco Naturale. L'estrazione è interamente manuale e l'asciugatura al sole non impiega nessun additivo.

 

le ricette

HUMMUS
E' una crema di ceci basata su una ricetta del medioriente, si tratta di una salsa a base di ceci e tahini che si può servire da accompagnamento per gli antipasti.
La ricetta è simile a quella della crema di ceci del ricettario Copac.
La salsa Tahin, che è ottenuta macinando i semi di sesamo, si può usare da sola o, come in questa ricetta per preparazioni più elaborate.

Ingredienti per 4 persone
300 gr di ceci secchi;
2 cucchiai di tahin;
il succo di 2 limoni;
2 spicchi d'aglio; ( se piace)
1 cucchiaio di spezia a piacere ( curcuma, cumino, curry);
olio evo qb;
acqua calda qb;
sale qb;
prezzemolo fresco qb.
Mettere i ceci in ammollo per circa 24 ore, poi scolate e lavate in acqua corrente. Fateli cuocere, sempre coperti d'acqua, per circa 20 minuti in pentola a pressione o due ore in una pentola normale. Fate soffriggere i due spicchi d'aglio in circa tre cucchiai di olio d'oliva, aggiungete le spezie e lasciate che si insaporisca il tutto per circa due minuti. Aggiungete i ceci e rosolate per circa tre minuti. Togliete gli spicchi di aglio e versate il tutto nel robot di cucina o nel mixer, aggiungete i due cucchiai di tahin e il succo di limone frullando in modo da ottenere una crema spumosa . Se risultasse troppo denso aggiungete a bisogno dell'acqua di cottura dei ceci. 
L'Hummus è pronto, potete metterlo in una ciotola spargendo sopra del prezzemolo tritato. Servite con pane tostato o crostini.
Se non avete tempo usate un vaso di ceci precotti o preparateli in anticipo.

Il malto di riso è ideale per dolcificare e squisito da spalmare su pane e fette biscottate. Possiamo usarlo per preparare uno sciroppo alla vaniglia da usare per una macedonia.

Macedonia di stagione
Ingredienti per 2 persone:
1 pompelmo rosa, 1 arancia, 1 mandarino senza semi, 1  mela, 1  pera, metà melograno, 2 datteri o comunque la frutta che avete a disposizione
una manciata di semi di zucca
il succo di mezzo limone
60 ml malto di riso
40 ml acqua
uno spruzzo di vaniglia in polvere

Mettere il malto, l’acqua e la vaniglia in un pentolino e scaldare fino a quasi bollire mantenendo per 5-6 minuti, per raddensare lo sciroppo. Intanto che intiepidisce, 
sbucciamo la frutta, togliendo le parti bianche di pompelmo, arancia e mandarino, li facciamo a spicchi e mettiamoli in una ciotola. Aggiungiamo la mela e la pera tagliate sottili con la buccia e bagniamo col succo di limone. Cospargiamo i chicchi dei melograni e i datteri snocciolati a pezzetti.
Mescoliamo brevemente e versiamovi sopra lo sciroppo tiepido di vaniglia, rimescoliamo e gustiamo subito.



Gli spaghettini di riso “Bifun”
Sono tradizionali spaghetti di riso orientali, sottilissimi e simili a quelli cinesi, ma prodotti con un’attenzione alla qualità tutta giapponese. Leggeri e saporiti, si adattano ad un’infinità di ricette orientali.
Per prepararli immergere in acqua bollente, lasciarli bollire per circa 2-3 minuti e scolarli. Da servire con il condimento preferito, nelle insalate, in brodo, oppure alla maniera cinese, saltati in padella con un poco di olio e verdure di stagione, tofu o seitan.

 

Gli incontri


L'agricoltura biologica nell'Insubria: se ne parlerà giovedì 16 gennaio alle ore 21.00 presso la Sala del Consiglio Comunale di Gazzada Schianno in via Matteotti 13/a. L'incontro dal titolo INSUBRIA RURALE, per una nuova immagine della natura (Agronomie sostenibili e nuove forme dell'imprenditoria rurale), prende spunto dal bel volume che racconta le esperienze di agricoltura sostenibile realizzate nel nostro territorio. Argomento e relatori di grande interesse, quindi incontro da non perdere.
Qui il manifesto dell'incontro con i dettagli.


Il prossimo 24 gennaio alle ore 21, presso l’Ospedale Madonna della Croce, in via Ospedale 1 a Viggiù, si terrà il terzo incontro di questo ciclo di conferenze davvero interessante.
L’argomento sarà : “Il ruolo dell’alimentazione nella prevenzione e cura delle malattie cronico degenerative” e sarà dal dr. Alessandro Scorba medico Chirurgo Nutrizionista dell’Istituto di Medicina Genetica e preventiva e specialista nelle intolleranze alimentari.
Per saperne di più.....
 
Copyright © 2014 COPAC, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp