Notiziario Copac, aggiornamento sulle novità per clienti e soci
Copac biologico a Varese dal 1980

Notiziario del 9 dicembre 2013

Chianti biodinamico dell'azienda agricola Casale

Antonio Gilioli, enologo agricoltore e cultore di uno stile di vita salutare, è una persona non comune. Gli parli e ti trasmette subito l'entusiasmo delle sue scelte.
Perché hai scelto il metodo biodinamico per le tue viti? 
La natura - è la risposta-  ha in sé la forza di difendersi, dobbiamo solo aiutarla. Le piante devono essere in salute e così sono in grado di difendersi e produrre il meglio.
La cosa importante è che la vigna si sappia difendere, che abbia le difese immunitarie contro le malattie. E il metodo di coltivazione biodinamico è il solo che si preoccupa di questo. Vale anche per la salute degli uomini, la medicina cura le malattie dai sintomi, ti dà medicine per le singole manifestazioni, ma non per rafforzare l'organismo a difendersi.

Vedi .- mi dice- io avevo due vertebre schiacciate e sono guarito senza operazioni, solo con l'alimentazione, prima di tutto sono vegetariano e poi mangio il farro che io stesso coltivo, non è lo stesso che tu trovi in commercio, il mio ha un profumo meraviglioso perché la pianta sta bene e assorbe tutte le proprietà naturali. La natura ci dà le sostanze per difenderci. I tumori sono cellule anarchiche che non vogliono stare alle regole dell'organismo. Le crucifere, come i cavoli, ci danno le influenze necessarie per tenerli al loro posto.
Lo stesso per le viti, se le fai stare bene ti restituiscono il meglio. Facciamo i preparati e li distribuiamo, sono come prodotti omeopatici perché la diluizione è estrema, e aiutano il benessere vegetale. Chi non si capisce questo ci prende per stregoni che fanno i loro riti..

Non stiamo parlando di tecniche agrarie, si tratta di un approccio che coinvolge interamente tutte le scelte in campo e fuori. Dobbiamo quindi aspettarci che il suo vino sia  speciale. Il vino di punta è un Chianti DOC Riserva 2004, che va assaggiato per capire cosa significa una agricoltura naturale. In un periodo in cui i vini si stanno omologando a un gusto internazionale dettato dal mercato globalizzato, esistono produttori che non forzano verso un gusto standard, ma lavorano per ricavare il meglio di quello che il succo dell'uva può dare.
Altri vini proposti sono poi Sangiovese e Trebbiano, più giovani e netti, ma non ruvidi, e uno spumante extra brut che sarà un degno compagno per i brindisi delle feste.
Il Sangiovese, lo stesso che si trova in bottiglia, è disponibile anche in BaginBox a un prezzo davvero interessante, che lo rende sostenibile per il consumo quotidiano. Ne trovate qualcuno in negozio, provatelo prima che finisca!
Consorzio marche bio

Che cos'è l'agricoltura biodinamica.

E' un modo di lavorare, osservare, di vivere la terra. Una filosofia di vita per apprezzare l’armonia di un campo coltivato e il succedersi delle stagioni e del tempo. Con il metodo biodinamico, l’agricoltura rimane in sintonia con la natura, con la terra e con gli uomini. Le operazioni agricole, come concimazione e allevamento, sono fatte in modo da favorire la fertilità e la vitalità del terreno e le qualità tipiche delle specie vegetali e animali. L’agricoltura biodinamica,  non usa fertilizzanti minerali sintetici e di pesticidi chimici, e lavora il terreno seguendo i cicli cosmici e lunari.
L’azienda agricola biodinamica ideale si completa con l'allevamento del bestiame. Gli animali sono un elemento importante perché fornendo il fertilizzante, da usare  per incrementare la vitalità del terreno.

Il metodo biodinamico, per favorire la fertilità e la vitalità del terreno  usa solo mezzi naturali: compost prodotto da concime , materiale vegetale come fertilizzante, rotazioni colturali, lotta antiparassitaria meccanica e pesticidi a base di sostanze minerali e vegetali.

Trovando un terreno vitale, le piante crescono in modo naturale, aiutate nella crescita dall’ecosistema del suolo. La concimazione e la cura del terreno servono per raggiungere e mantenere questo equilibrio. Ne abbiamo parlato anche qui per il vino di Cristina Menicocci e per i cosmetici di Weleda.
La foto in alto rappresenta il preparato più conosciuto: 500 o cornoletame  : sono corni di bue riempiti di letame, sotterrati in autunno e usati dopo Pasqua per la distribuzione sul terreno. Per i dettagli su preparazione ed uso vedere qui.

 

Le offerte di Dicembre

Senza fare una lista che sarebbe noiosa, dato che trovate in Copac il volantino illustrato, elenchiamo solo i prodotti più interessanti:
  • Provamel: Soya Drink Naturale, biologico no OGM senza zuccheri e sodio, ideale per cucinare.
    Yofu fragola 500gr.
  • Fonte della Vita: Tofumini, crema di tofu, tempeh, medaglioni di seitan, ecc.
  • Bio Boldini: Maionese fresca bio, interessante per le preparazioni di Natale, molto buona
  • Sobbeke: budino alla vaniglia e kefir pesca e maracuja
  • e altri in arrivo....sconti 15-20%

 

Trova i tuoi regali da Copac: una scelta che ti distingue

E' il momento di pensare ai regali di Natale: non regalare oggetti, pensa a una idea speciale, qualcosa che parli di te, della tua attenzione al gusto, alla natura e alla salute.
Ci sono proposte per tutte le esigenze e tutte le tasche, in più possiamo preparare confezioni nelle forme e dimensioni desiderate. E' bene pensarci per tempo per evitare l'affollamento degli ultimi giorni.
Prezzo trasparente: il prezzo dei prodotti in negozio, con in più solo il costo del cesto e della confezione.
Abbiamo preparato anche una piccola guida da scaricare con alcune idee che ci sono piaciute.

Regalare prodotti Copac è il modo migliore di sostenere la vostra cooperativa, perché la si fa conoscere ai destinatari del dono: l'esperienza diretta è la forma di pubblicità che più ci piace.

La mia spesa

Marco d'Oggiono Prosciutti

Ancora un nuovo produttore: salumi e prosciutti della Brianza
Non poteva mancare nel team dei produttori che portano in Copac il meglio delle tradizioni alimentari, questo salumificio artigianale brianzolo. Trascrivo qui la nota dalla Guida Critica Golosa di Massobrio:
E' in Alta Brianza che si deve venire per conoscere un eccellente prodotto, riconosciuto dal 1999 come Prodotto Tradizionale Lombardo: stiamo parlando del prosciutto crudo realizzato dal salumificio artigianale Marco d'Oggiono, attivo dall'ormai lontano 1945. Rappresenta il fiore all'occhiello di questa simpatica famiglia di salumai che ancor oggi realizza in modo semplice ma accurato un prosciutto in grado di distinguersi per il sapore dolce e pulito. Non contiene conservanti e la lavorazione prevede un processo di salagione manuale con solo sale marino integrale, cui segue la stagionatura naturale, grazie al microclima particolare del lago e all'aria salubre dei boschi circostanti. Ma non solo prosciutto: assai notevoli anche il salame di coscia, il vaniglia della Brianza, le salamelle preparate con le rifilature di cosce fresche, poi culatello, coppa e cacciatorini, tutti ottenuti con carni di suini padani. 
Volete regalare una delle confezioni regalo di Marco d'Oggiono? Scaricate il catalogo e prenotate subito in Copac per farlo arrivare per tempo.
 

PRENOTAZIONI

Le prenotazioni di carni rosse del Consorzio Biocarne Valtaro e dei Panettoni di Damiano Fumagalli sono chiuse definitivamente. Le richieste sono state davvero consistenti e non c'è modo di aggiungere altro.
 

Animali da Cortile

Ultimi giorni per prenotare dall'azienda agricola In Silvis di Silvano Tomasetto gli animali da cortile interi. Si tratta di animali allevati liberi e alimentati da quello che trovano sul terreno con integrazione di granaglie, sono escluse le farine.
Si possono avere:
Capponi, peso medio 3Kg. costo, 19,20€ al kg.
Faraone, peso medio 1,5-2kg. costo 14,50€ al Kg.
Anatre peso medio 1,5-2kg. costo 18,0€ al kg
Oche peso medio 5kg. costo 22,5€ kg.
Polli peso medio 2,5-3kg costo 13,5€ al kg.
Si possono avere anche partizionati con una maggiorazione di 0,5€ al kg.
Questo produttore non confeziona sotto vuoto, regolatevi di conseguenza per la durata e, date le dimensioni, procuratevi una pentola bella grande!

Noi e la Natura
Polli bio confezionati sottovuoto, allevati in libertà come descritto nel loro sito.
La prossima prenotazione scade 15 dicembre, con arrivo il martedì seguente.
Il listino prezzi dettagliato lo trovate qui. 
 

Regole per prenotare

Le prenotazioni si fanno scrivendo a prenota@varesebio.it o telefonando al numero 0332 332927, ricordatevi di indicare oltre all'articolo che desiderate, il vostro nome e cognome e il numero di telefono, possibilmente cellulare, così potremo avvertirvi quando i prodotti sono disponibili.
Telefonate pure, per chiarimenti o per avere notizie delle vostre prenotazioni.

Archivio delle newsletter

Per cercare argomenti nei numeri del notiziario e per i nuovi iscritti che vorrebbero aggiornarsi  abbiamo inserito nel sito una pagina che sarà aggiornata regolarmente dove è possibile scaricare i notiziari dei mesi scorsi.
La trovate qui.
Copyright © 2013 COPAC, All rights reserved.
Email Marketing Powered by Mailchimp