Copy
Magazzeno Storico Verbanese, associazione culturale con finalità di promozione sociale
Magazzeno Storico Verbanese

Magazzeno Storico Verbanese

Newsletter Febbraio 2014 - February 2014 Newsletter


Cannobio: panorama generale del borgo
da una cartolina viaggiata negli anni Venti
(Edizione Riservata per F. Martinoli)
Newsletter Febbraio 2014 – February 2014 Newsletter
 
 
Sommario
 
1. Informazioni di servizio
2. La cassetta degli attrezzi
3. Curiosità dal sito del MSV...
 
TEMI DEL MESE
 
  1. “Informazioni di servizio”
 
Con la fine di marzo, al più tardi i primi di aprile, il sodalizio avrà una nuova freccia al proprio arco per far conoscere ancora meglio le iniziative culturali del MSV. Si tratta infatti di una nuova possibilità di divulgazione, moderna ed efficace, delle pubblicazioni che da anni il MSV manda alle stampe: alle pubblicazioni cartacee, viene infatti affiancato il nuovo formato delle pubblicazioni di tipo “elettronico” (file di alta qualità tipografica in formato .pdf, file di tipo .epub e .mobi per la lettura su appositi lettori – Ipad, Kobo e Kindle, per fare qualche esempio); le pubblicazioni, che saranno comunque tutte protette dagli usuali diritti d’autore e recheranno (come per quelle cartacee) un codice ISBN, saranno disponibili per gli interessati alla pagina http://associazione.verbanensia.org/pubblicazioni, dove già ora si trovano a portata di click i titoli (più di venti) in formato cartaceo tradizionale.
 


Parte alta della attuale pagina
delle pubblicazioni del sito del MSV 

Segnaliamo con piacere due eventi che avranno luogo rispettivamente il 12 aprile e il 30 maggio prossimo, con il contributo organizzativo del nostro sodalizio. Nell’ambito di Passio, vasto e affascinante insieme di manifestazioni culturali e di devozione coordinate dalla Curia Vescovile di Novara, sabato 12 aprile dalle ore 17.30 nella Sala Maddalena del Palazzo Vescovile di Novara si terrà un incontro di studio, moderato da Alessandro Monteverde, con relatori Dorino Tuniz, don Damiano Pomi, e don Mario Perotti, dal titolo “Una Sacra Passione: feste, processioni, rappresentazioni tra sacro e civile nel Milanese e nel Novarese”, in cui esperti e studiosi illustreranno la storia e il significato di tre antiche tradizioni e devozioni, protagoniste nella Processione del Venerdì Santo: la processione del Santissimo del Monte di Pietà di Novara, la rappresentazione della Passione di Romagnano Sesia, la miracolosa reliquia della Pietà di Cannobio.
Lo stesso tema, ma in chiave “milanese” verrà poi affrontato a seguire, nel capoluogo lombardo in una mattinata di studi organizzata con il determinante appoggio dell’Archivio Storico Diocesano di Milano, che si terrà nella Sala “Mons. A. Palestra” dell’Archivio stesso (via S. Calimero 13, Milano) il giorno 30 maggio. Dopo l’appuntamento di Novara del 12 aprile, il 30 maggio, con inizio alle ore 9, altri studiosi di feste sacre e processioni nel Milanese specie in epoca barocca (i dott. Alessia Alberti, Francesca Barbieri, Dorino Tuniz, e i “magazzinieri” Fabrizio Pagani e Carlo Alessandro Pisoni) tratteranno di vari aspetti di queste particolari manifestazioni devozionali. Presiederà la prof. Roberta Carpani (Università Cattolica del S. Cuore, Milano), specialista del tema e amica di sperimentata tradizione del MSV, che introdurrà con una prolusione alla mattinata di lavori.
 


Particolare della processione dell'Entierro di Pavia (1664),
"introdotta nella Regia Città di Pavia
dalla confraternita della B.V. dell'Assonta"
 
Riscontriamo un vivace aumento del traffico di visitatori nel sito sociale; attribuiamo l'accresciuto interesse alle varie attività in corso, tra cui quelle a cura del socio Fabrizio Pagani (censimento degli ecclesiastici lombardi dai registri dell’Archivio Storico Diocesano di Milano) e di altri soci; vediamo pure un riscontro nel crescente numero di richieste di informazioni che arrivano periodicamente sulle caselle postali di segreteria@verbanensia.org e info@verbanensia.org: grazie, e... portate pazienza se non riusciamo a rispondere a tutti subito!
 
Un aiuto al MSV: sappiamo che gli impegni personali di chi ci segue sono molti, ma ogni aiuto e ogni collaborazione sono benvenuti… A tale riguardo, chi voglia proporsi come volontario per le non poche attività di ricerca in corso potrà scrivere a segreteria@verbanensia.org.
 
Nell’ultimo mese abbiamo superato le trecentocinquanta iscrizioni al sito: raccomandiamo a soci e amici del MSV di attivare una username con password nella pagina associazione.verbanensia.org: per i visitatori del sito (che iscrivendosi ricevono un omaggio di 10 crediti, pari a 5 euro) è la maniera migliore per usufruire delle informazioni di libera consultazione per gli iscritti al sito sociale e per apprezzare con qualche visita i contenuti scegliendo tra le schede ad accesso riservato; per i soci in regola con la quota 2013 l’iscrizione consente di accedere a un bonus di 200 crediti (pari a cento euro), e di consultare le schede con accesso agevolato, in quanto i soci godono di una riduzione tipica del 50% rispetto al costo nominale di scheda.
Ricordiamo poi che conviene rinnovare sin da ora l’iscrizione al MSV per il 2014: per maggior comodità suggeriamo di versare sul conto corrente intestato a Magazzeno Storico Verbanese, IBAN IT 23 Y 03359016001000000 74036 comunicando come causale “iscrizione MSV 2014” con le generalità del socio, e per maggior sicurezza confermando l’avvenuta iscrizione alla segreteria sociale: come si può vedere già da questa newsletter (ma sono pronte altre novità) non mancheranno altre iniziative già durante la primavera.
 
Un tweet per il MSV
 
A tutti i curiosi delle novità del MSV, ricordiamo che oltre ad essere su facebook con due profili sempre mantenuti aggiornati (Magazzeno Storico Verbanese e Rivista Vallintrasche / Insulae Harmonicae) il MSV si fa sentire due o tre volte al mese con i propri “tweet”: e allora, perché non iscriversi come followers di @segreteriaMSV in https://www.twitter.com?
 
2. La cassetta degli attrezzi – Chi fu costui, tra gli ecclesiastici?
 
Tra i diversi strumenti che un ricercatore di “cose storiche” deve conoscere, un posto particolare occupano i repertori di gerarchie ecclesiastiche.
Un’opera di riferimento per tutti quegli storici che si occupano di storia della Chiesa è la Hierarchia catholica medii aevi sive summorum pontificum, cardinalium, antistitum series ab anno 1198. La Hierarchia fornisce le successioni episcopali delle diocesi sparse in tutto il mondo, sulla base di riferimenti storici, documenti archivistici e precedenti cronologie, come quella del benedettino Pius Bonifacius Gams, Series episcoporum Ecclesiae Catholicae, pubblicato a Ratisbona nel 1873. La Hierarchia, con il lavoro condotto dal francescano Conradum (Konrad) Eubel continua l’opera del Gams che anche oggi è considerata un repertorio di riferimento, pur con diverse lacune soprattutto per quanto riguarda le diocesi orientali. La Hierarchia conta ormai ben 9 volumi: il primo pubblicato nel 1913, l’ultimo nel 2002, con l’opera di altri storici (Patritium Gauchat, Remigium Ritztler, Pirminum Sefrin, Zenonem Pieta).
Per quanto riguarda i cardinali di Santa Romana Chiesa, importante è il lavoro del domenicano Alfonso Chacón e continuato poi da Agostino Oldoino, Vita et res gesta Romanorum Pontificum et Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalium ab initio nascentis Ecclesiae usque ad Clementem IX, terminato di pubblicare nel 1677, che in 4 volumi presenta dei brevissimi profili degli ecclesiastici promossi al cardinalato. L’opera viene poi continuata da Mario Guarnacci, che nel 1755, pubblica altri due tomi, arrivando ai cardinali creati da Clemente XII. E per questo aspetto si può fare riferimento anche a siti internet che diventano veramente utili: per brevi profili biografici si può consultare il sito http://www2.fiu.edu/~mirandas/cardinals.htm
 

 
Infine, un cenno merita anche l’opera in 9 volumi di Ferdinando Ughelli, Italia sacra (prima edizione Roma 1643-1662, aumentata a dieci volumi nell’edizione di Venezia, Colletti 1717-1722). Per primo l’Ughelli concepisce l’idea di raggruppare per diocesi e per provincia ecclesiastica i vescovi dandone anche una breve nota biografica: un poderoso, per quanto datato, repertorio che ancor oggi è ricercato e apprezzato da studiosi e bibliofili.
 
3. Curiosita` dal sito del MSV...
 
Il profumo di tabacco…
 
Non è un mistero che una nobile casata come quella dei Borromeo vivesse, nel Settecento, in modo raffinato e attento ai dettami della moda. Le spese di rappresentanza, minuziosamente elencate nei libri di cassa, testimoniano di ori e gioielli, tessuti e abiti, quadri e altri oggetti d’arte, libri e carte geografiche, strumenti musicali, derrate alimentari (tra cui il cioccolato) e vini di particolare pregio, e molto altro. Non poteva mancare il tabacco; che veniva donato talvolta insieme a tabacchiere fatte confezionare appositamente presso rinomati gioiellieri milanesi. Ma il tabacco… quello sì che era una concia tutta particolare! Perché il conte Carlo IV Borromeo Arese, a inizio Settecento, non poteva non lasciarsi tentare dal profumo degli agrumi prodotti all’Isola Madre e Isola Bella: e ordinava quindi al proprio agente isolano, Carlo Lamberti, di inviargli periodicamente a Milano alcuni di quei soavi e pregiati frutti, perché con quelli intendeva far profumare convenientemente le foglie di tabacco custodite nei depositi delle derrate di Palazzo Borromeo; cosa curiosa, il tabacco veniva probabilmente ben impacchettato nella carta prodotta a Intra dalla cartiera fatta costruire dal conte e gestita da un ramo della numerosa famiglia Pirinoli, da sempre impegnata nella produzione della carta tra Omegna e lago Maggiore); insomma, una produzione quasi completamente “self contained” (piacerebbe sospettare che pure il tabacco fosse raccolto nelle «dolci aure» isolane…) con evidenti segni di prodotto “doc” ante litteram: «Si è ricevuto la carta, e agrumi, e di questi mandatene tre, o quattro ogni settimana per mettere nel tabacco», così ordinava il conte al Lamberti.
 
 
Ma quel che ci fa doppiamente piacere, in questa segnalazione di curiosità magazzinesca, è constatare che essa giunge sul sito del MSV grazie all’impegno profuso da un gruppo di ragazzi della 3A del Liceo Scientifico “Vittorio Sereni” di Luino (in ordine alfabetico per cognome: Giulia Dellea, Marco De Vita, Federica Fontana, Cristi Gjergji, Primiano Papa, Paolo Siani, Giorgia Sica, Alessandro Sommaruga, Edoardo Stefani, Davide Terraneo) nell’ambito di un’attività progettuale della durata di alcuni giorni, che mira a illustrare agli studenti bellezze e difficoltà del lavoro d’archivio, coinvolgendoli nell’uso dei metodi moderni di ricerca e pubblicazione di dati come quelli sviluppati nel nostro sito sociale. I primi risultati sono già disponibili nelle pagine virtuali di www.verbanensia.org, ma quel che più importa è la soddisfazione per aver fatto comprendere a qualcuno tra i nostri giovani che gli archivi non sono luoghi polverosi per vecchi studiosi di altre epoche, ma sono un punto di osservazione privilegiato sul futuro di una Nazione.
 
 

Luino: il viale del Carmine, primo semplice lungolago,
in una cartolina del 1910
  
 
SUMMARY
 
1. Social Website Report...
2. MSV Past and Future Activities
3. Curiosa from MSV website...

 
Monthly themes
 
Service infos
 
By the end of March, or by early April, the association will have a new string to its bow to let our supporters know even better the cultural initiatives of the MSV. In fact, we will start with a new possibility of popularization, modern and effective, of the publications that MSV has been publishing for years: we will start supporting a new format of electronic publications (file type .pdf, .epub and .mobi) to read on specific readers (such as Ipad, Kobo and Kindle, just to mention a few); each publication will be protected with the usual copyright and will hold (like those on “traditional” paper) an ISBN number; titles will be available for  MSV members and visitors in the page:
http://associazione.verbanensia.org/pubblicazioni,
where right from now users can click a number of titles (more than twenty) in the traditional paper format.
 
 
It’s our pleasure to ask our followers to pin on their calendars two events that will take place on April 12th and May 30th, with the organizational contribution of our association. As part of “Passio”, a vast and fascinating collection of devotional cultural events coordinated by the Bishop of Novara, on Saturday, April 12th from 17.30 in the Sala della Maddalena (Episcopal Palace of Novara) will be held a meeting, moderated by Alessandro Monteverde, speakers Dorino Tuniz , don Damiano Pomi, and don Mario Perotti, under the title of "A Holy Passion: feasts, processions, sacred and civil performances in the Milanese and Novarese lands”, in which well known scholars will debate the history and significance of three ancient traditions and devotions, which deeply mark the Good Friday Procession: they are the Procession of the Blessed Sacrament of the Monte di Pietà of Novara; the Representation of the Holy Passion of Romagnano Sesia; the Miraculous Relics of the Pietà of Cannobio.
The same theme, but in a "Milanese environment" will then be dealt with in a morning session of studies organized by MSV with the decisive support of the Archivio Storico Diocesano of Milan, which will be held in "Mons. A. Palestra" Hall at the Archivio Storico Diocesano (via S. Calimero 12, Milan, Italy) on May 30th. After the appointment of Novara on April 12, on May 30th, starting from 9 am, some other scholars will talk about sacred feasts and processions in the Milanese area in the Baroque age (Ms. Alessia Alberti, Ms. Francesca Barbieri, Mr. Dorino Tuniz , and the MSV members Mr. Fabrizio Pagani and Carlo Alessandro Pisoni); this team of scholars will deal with various aspects of these particular manifestations of devotion. Professor Roberta Carpani (Catholic University of Sacro Cuore, Milan), an expert in the subject and an old friend of MSV, will be the chairwoman who will introduce a keynote address on the study session.
 
 

We have noticed a lively increase of our website visitors, possibly due to the different ongoing activities, including those by the partner Fabrizio Pagani (overall census of the Lombard priests from the records of the Historical Diocesan Milanese Archives (XVI- beginning of XIX century) and other members; this has also resulted in the number of inquiries that periodically arrive on mailboxes and segreteria@verbanensia.org info@verbanensia.org .
 
In the last month we reached about 350 enrolments in the MSV site: we remind all members and supporters of MSV to activate a username with a password in the page associazione.verbanensia.org: for the visitors of our website (who will receive a free amount of 10 credits, 5 euros worth, on subscription) this is the best way to make use of the information that can be consulted freely by those who are registered in our website and to appreciate with some visits the contents, choosing from among the files with no free access; members who have already subscribed for the year 2013 will have a bonus of 200 credits (a hundred euro worth),and will be allowed to consult the files with easy access, as our members can enjoy a typical 50% reduction, as compared with the nominal value of a file.
We kindly ask to renew right now the enrolment to MSV for the year 2014: just for ease, we remind that the enrolment can be done on bank account referring to Magazzeno Storico Verbanese, IBAN IT 23 Y 03359016001000000 74036, inserting as a description of payment “enrolment MSV 2014” together with your details, and mailing the confirmation to the secretary office (segreteria@verbanensia.org);  a lot of new activities are foreseen for 2014.
 
A tweet by the MSV
 
We remind all the people who are curious about the novelties of MSV that, in addition to being on Facebook with two profiles always kept up to date (“Magazzeno Storico Verbanese e Rivista Vallintrasche / Insulae Harmonicae) the MSV knocks at your door two or three times a month with its "tweets": please, do sign up as a follower of @segreteriaMSV in https://www.twitter.com...
 
2. The scholar’s toolbox – Catholic Church «Who’s who»
 
Among the various “tools” that a researcher of “historical things” has to know, there is a special corner for the repertoires of the ecclesiastical hierarchy.
A reference work for all those historians who deal with the history of the Church is Hierarchia Catholica Medii Aevi sive Summorum Pontificum, Cardinalium, Antistitum series ab anno 1198. The so called in short “Hierarchia…” provides the succession of bishops of the dioceses all over the world on the basis of historical references, basing on previous histories, and archival documents, such as the Chronology by the Benedictine Pius Bonifacius Gams, who compiled his “Series episcoporum Ecclesiae Catholicae”, published in Regensburg in 1873. The great work by the Franciscan Conradum (Konrad) Eubel in the “Hierarchia…” collects and continues the work of Gams, and it is considered a valid repertoire of references even today, although it suffers from different gaps, especially as regards the Far East dioceses. The “Hierarchia…” grew up to as many as 9 volumes, the first one published in 1913, the last one in 2002, with the work of some other historians (Patritium Gauchat, Remigium Ritztler, Pirminum Sefrin, Zenonem Pieta).
Another capital reference is relative to the cardinals of the Holy Roman Church. This is the important work of the Dominican friar Alfonso Chacón (then continued by fr. Augustine Oldoino) under the title of “Vita et res gesta Romanorum Pontificum et Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalium ab initio nascentis Ecclesiae usque ad Clementem IX”, published completely in 1677. This great work presents, in four volumes, a collection of systematic records with profiles of the priests promoted to cardinal titles. This important work was continued by Mario Guarnacci, who in 1755 published two more volumes, adding the cardinals created by Pope Clement XII. Coming to nowadays, in this respect an internet site is really useful: short biographical sketches for the Holy Roman Church can be found on website http://www2.fiu.edu/~Mirandas/cardinals.htm
 

Last, but not least, a special mention should also be made to the nine volumes of Ferdinando Ughelli, Italia Sacra (first edition Rome 1643-1662, then updated and expanded to ten volumes in the Venetian edition, apud Sebastianum Coleti, 1717-1722); Ughelli’s Italia Sacra first conceived the idea of grouping bishops by dioceses and ecclesiastical provinces, also giving individual short biographical notes: a powerful, even though  dated repertoire that is still sought after and appreciated by scholars and bibliophiles.
 
3. Curiosa from the MSV website...
 
The sweet smell of tobacco…
 
It’s not a mystery that a noble family, such as the Borromeos, lived during the XVIII century in a refined way and being very attentive to what fashion dictated.
 
Luxury expenses, listed in detail in the daily ledgers, witness gold and jewellery, textiles and clothing, paintings and other art objects, books and maps, musical instruments, food (…including chocolate), tasteful wines and much more. We could not miss tobacco, which was sometimes given together with snuff boxes specially crafted by famed jewelers in Milan. But tobacco ... Ah, tobacco for the Borromeos had a true special tanning! Count Carlo the IV Borromeo Arese, at the beginning of the eighteenth century, could not but be lured by the scent of citruses picked in Isola Madre and Isola Bella; he then ordered his agent, Mr. Carlo Lamberti, to periodically send some of those sweet and fine fruit to him in Milan, because he wanted to have leaves of tobacco (preserved in food storages in the Borromeo Palace) conveniently flavoured with citrus scent; a curious thing, the tobacco was probably well packaged in paper produced at the Intra mill, built in 1702 by count Carlo and managed by a branch of the Pirinoli family; the Pirinoli were a large family always engaged in the production of paper between Omegna and lake Maggiore.
In short, the scented tobacco seems to have been an almost completely "self contained" production (we would also suspect that the tobacco was harvested in the «soft breezes» of the Borromeo islands ...) with the characteristic of being a high quality home made product “avant la lettre”: «Si è ricevuto la carta, e agrumi, e di questi mandatene tre, o quattro ogni settimana per mettere nel tabacco» («We got the paper, and citruses; do send three or four of them every week, to put them in the tobacco», count Carlo ordered his attendant Carlo Lamberti).
 
 
What redoubled our pleasure in reporting that this curiosity from the MSV site has been inserted in the MSV database thanks to the efforts of a group of students from Liceo Scientifico "Vittorio Sereni" of Luino (in alphabetical order by family name: Giulia Dellea, Marco De Vita, Federica Fontana, Cristi Gjergji, Primiano Papa, Paolo Siani, Giorgia Sica, Alessandro Sommaruga, Edoardo Stefani, Davide Terraneo); they are deeply involved in a  project lasting several days, which aims to illustrate them the beauties and difficulties of archival work involving the use of modern methods of data-mining and data edition, such as the ones developed in our association. The first results are already available in the virtual pages of www.verbanensia.org, but what is more important is to see these guys’ satisfaction; they understood that archives are not dusty places for elderly scholars, but they are a privileged point of observation onto the future of a Nation.
 
 

Luino, the earlier, simple lakefront in a postcard dating back to 1910
 
 
Nel caso non si desiderasse ricevere future comunicazioni dal Magazzeno Storico Verbanese, si prega di voler procedere con la cancellazione cliccando sul link riportato in fondo alla presente newsletter, o inviando una mail a info@verbanensia.org o segreteria@verbanensia.org, specificando nell`oggetto di voler essere rimossi dalla mailing list. La cancellazione verrà eseguita senza indugi.
Grazie.
 
Should this communication from Magazzeno Storico Verbanese be undesired, please proceed clicking on the link below, or mail to info@verbanensia.org or segreteria@verbanensia.org specifying in subject the intention to be removed from the mailing list. Deletion will immediately proceed.
Thank you.
 
Magazzeno Storico Verbanese
info@verbanensia.org
Seguici su Twitter    Seguici su Fbook - MSV Vallintrasche     Seguici su FBook - MSV Insulae Harmonicae
Copyright © *2013* *Magazzeno Storico Verbanese*, ogni diritto riservato.
Il nostro indirizzo:
*segreteria@verbanensia.org, *info@verbanensia.org